Condividi la notizia

POLITICA ADRIA

Alberto Bergo: "L'opposizione di Adria non è coerente con ciò che dice"

Il rappresentante della lista civica di Bottrighe (Rovigo), Ora Cambia, specifica quella che, a suo parere è la poca coerenza dei consiglieri di minoranza in consiglio comunale

0
Succede a:
BOTTRIGHE (Rovigo) - "Durante l'ultimo consiglio comunale di Adria sono successe e si sono dette cose assurde. Un consigliere della Lega, Paolo Baruffaldi, che a parole difende i territori e le realtà locali, si oppone alla realizzazione di una pista ciclabile che collega direttamente Adria a Valiera. Costa troppo, dice, e non vale la pena spendere quei soldi per una frazione".

"Complimenti per la coerenza. Se ne ricorderanno i cittadini dei paesi che compongono il comune di Adria. In realtà, però, Baruffaldi conferma quanto già fatto dalla Lega quando ha amministrato con Barbujani, quando ha lasciato ai cittadini delle frazioni solo le briciole. Dopo questa prima assurdità, la seconda lascia stupefatti. Il consigliere Partito Democratico Sandro Gino Spinello non vota la revoca della cittadinanza onoraria a Mussolini e il suo conferimento a Matteotti".

"Forse ci siamo persi qualcosa, ma ci pareva che dopo le scritte nel cimitero di Bottrighe il Pd avesse detto che bisognava fare di tutto per ostacolare i rigurgiti fascisti. Questa era un'occasione per dimostrare coerenza. Chiedo al giovane Pd di Bottrighe, Nicolò Bellini, di esprimersi, è d'accordo con la scelta di Spinello? I Bottrighesi vorrebbero saperlo: Da Bottrighe comunque ci sentiamo di ringraziare i consiglieri della maggioranza civica che sostengono Barbierato e il consigliere Cavallari per aver votato a favore.Sappiamo le ferite e i danni che il fascismo ha lasciato in Italia e in particolare a Bottrighe togliendole la dignità di Comune per mano del Gerarca adriese Giovanni Marinelli che in oltre, guarda il caso sembra sia uno dei complici dell'omicidio di Giacomo Matteotti".

Proseguendo: "Da sottolineare, è che nessuno dei politici fra quelli che si  dichiarano di essere antifascisti non hanno e non prendono  iniziatrive per Bottrighe neanche per farlo diventare Municipio come la legge regionale permette, per  rendere così giustizia alla comunità bottrighese, che è la più medagliata d'Italia al valore della resistenza e militare.e questo vuol essere un richiamo alla realtà all'amico Spinello e al suo partito il Pd che ha amministrato come sindaco per diverse leggislature e che avrebbe potuto almeno in parte, risarcire l'ingiustizia subita da Bottrighe".
 
Concludendo: "Siamo felici che quella mozione sia passata,ma siamo delusi del fatto che tutti non l'hanno votata.Potevamo aspettarci comportamento di Furlanetto, Beltrame e Baruffaldi, non di Spinello. La Bottrighe antifascista non può dimenticare quanto penalizzanti siano le scelte amministrative fatte sotto il Duce. A quelle scelte infami non siamo mai più riusciti a rimediare, anche se un impegno più costante delle amministrazioni adriesi passate, anche quelle di Spinello e del PD, dovevano intervenire. Ma non è mai troppo tardi, vista la sentenza della Corte di Appello di Trento la quale ha condannato lo Stato Italiano a risarcire Bottrighe perchè non è stata applicata la famosa e ultimamente invocata legge Scelba".
Articolo di Mercoledì 20 Ottobre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it