Condividi la notizia

POLITICA ADRIA

Gino Spinello a sostegno di Omar Barbierato dopo gli attacchi dell'estrema destra

Il consigliere comunale del Partito Democratico di Adria (Rovigo) si schiera dalla parte del primo cittadino adriese dopo la gli attacchi dell'estrema destra polesana

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - "Esprimo vicinanza e solidarietà al sindaco Omar Barbierato. Un atto che compio pur nel momento di massima divaricazione tra le nostre rispettive posizioni. Un gesto di inciviltà quello compiuto contro il sindaco di chi cerca di accreditarsi come interlocutore dello scontento e della rabbia per serpeggia in tutto il Paese". Esprime il suo sostegno il consigliere comunale Sandro Gino Spinello dopo quanto accaduto nella sera di giovedì scorso, con attacchi chiari nei confronti del sindaco Omar Barbierato da parte dell'estrema destra (LEGGI ARTICOLO). 

"Tentano di inserirsi in un contesto e in un dibattito politico in cui loro comunque sono estranei, e devono rimanerci. L'incultura e la volontà di sopraffazione sono il motore dello loro azioni., la loro apologia del fascismo è evidente".

"Gli autori, pochi e tutti noti sono comunque corpi esterni alla nostra Città . Questo gruppetto della sparuta galassia nera polesana cerca in tutti i modi di mettersi alla testa di un movimento antisistema che sperano attechisca anche nel nostro livello locale Ogni loro tentativo finora è miseramente fallito non solo ad Adria ma anche a Rovigo, a Porto Tolle e a Portoviro. Sono fuoriusciti da Forza Nuova , uno sorta di cani sciolti, che si autodefinisco a seconda delle circostanze e cercano di infilarsi in ogni contesto che possa dare loro visibilità".

Concludendo: "La forza della democrazia deve dimostrare che non teme questi facinorosi. Il compito dell'antifascismo oggi più che ieri deve essere quello di prosciugare i bacini di disagio sociale e di paura verso il futuro su cui questi gruppi estremisti credono di proliferare. Le forze antifasciste di Adria si ritrovino anche sul piano operativo e concreto dare risposte unitarie e condivise, superando le difficoltà e le diffidenze che ne hanno caratterizzato i loro rapporti nell'ultimissimo periodo. Rimettiamoci tutti alla prova". 
Articolo di Domenica 24 Ottobre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it