Condividi la notizia

POLITICA ADRIA

Pasticcio Fondazione Mecenati, per il sindaco Barbierato è tutta colpa del segretario comunale

Dopo la delibera di Anac che rileva l'illegittimità della nomina di Graziella Bovolenta a presidente, l'amministrazione pensa ad un ricorso e la consigliera comunale si autosospende, ma non si dimette

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - L’amministrazione comunale di Adria guidata dal sindaco Omar Barbierato deve risolvere il pasticcio evidenziato della comunicazione di Anac per il doppio ruolo, non legittimo, di presidente della fondazione Mecenati e di consigliere comunale di Graziella Bovolenta (LEGGI ARTICOLO).

“E’ bene sapere che la consigliera Bovolenta - spiega il sindaco Barbierato - insieme agli altri consiglieri del consiglio di amministrazione (Cda) ha accettato la nomina solo dopo il parere positivo del segretario comunale Gianluigi Rossetti, che già aveva prodotto il medesimo per iscritto, ribadito pubblicamente al cda il giorno dell'insediamento”.

"E’ agli atti, il fatto che il segretario, responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, successivamente, abbia ribadito la correttezza dell'iter, scrivendo al sindaco, al presidente del consiglio e alla consigliera Bovolenta".

 
"In questi giorni, dunque, si chiarirà chi fa le veci del responsabile dell’anticorruzione stante l'assenza del segretario comunale (LEGGI ARTICOLO). Definito il responsabile, la persona valuterà  come agire di fronte alla delibera dell'Anac e al parere del segretario comunale, valutando la possibilità, data dalla  giurisprudenza, di fare ricorso alla delibera stessa. Nei prossimi giorni si farà chiarezza sul punto".


"Nel mentre, il Cda opera con il vicepresidente Elena Bonazzi, dato che la consigliera Graziella Bovolenta si è correttamente autosospesa, avvisando opportunamente il Cda e la vicepresidente".

La legge è particolarmente chiara in questo punto; infatti l'articolo 78 di diritto amministrativo, al comma 5 è specificato: "Al sindaco ed al presidente della provincia, nonché agli assessori ed ai consiglieri comunali e provinciali è vietato ricoprire incarichi e assumere consulenze presso enti ed istituzioni dipendenti o comunque sottoposti al controllo ed alla vigilanza dei relativi comuni e province".

La stessa Graziella Bovolenta dichiara di aver piena fiducia nel proprio sindaco ed in quanto dichiarato dal segretario comunale. 
 
Articolo di Sabato 6 Novembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it