Condividi la notizia

SICUREZZA

L’importanza di fare rete tra le diverse istituzioni coinvolte nel sistema di Protezione Civile

Il saluto del Prefetto di Rovigo al convegno dei Vigili del Fuoco, organizzato in occasione del 70° anniversario dell’alluvione del Polesine

0
Succede a:
Loris Munaro, Calogero Barbera, Clemente Di Nuzzo, Mauro Luongo e Rosa Correale

ROVIGO - Il Prefetto di Rovigo, Clemente Di Nuzzo, ha portato il proprio saluto nel corso del convegno “L’evoluzione del ruolo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco nel Sistema di protezione Civile” che si è tenuto nella mattinata di domenica 14 novembre presso la Sala della Gran Guardia di questo capoluogo (LEGGI ARTICOLO).

Nel suo intervento il Prefetto ha sottolineato come la promozione della memoria collettiva debba rappresentare innanzitutto un dovere civico verso chi ha patito in modo grave eventi che hanno sconvolto intere comunità.

“Occorre poi – ha proseguito – veicolare il secondo messaggio della memoria: ricordare per proiettarsi nel futuro e spostare più in alto le nostre soglie di sicurezza e di benessere. Il Polesine ha saputo seguire questa strada: è stato un processo complesso ma adesso questa terra è sempre più animata da un forte dinamismo nell’economia, così come da una forte attenzione alla promozione culturale, turistica e degli studi.”

Il Prefetto ha inteso inoltre rimarcare l’importanza di fare rete tra le diverse istituzioni coinvolte nel sistema di Protezione Civile. A tal proposito, ha evidenziato che il Corpo dei Vigili del Fuoco è stato definito dal Codice di Protezione Civile “struttura fondamentale” del sistema di Protezione Civile e che, in ragione di ciò, ad esso è affidata la delicatissima funzione di direzione tecnica dei soccorsi sul campo. Lo stesso Codice – ha aggiunto – attribuisce alla Prefettura un ruolo ben preciso al verificarsi degli eventi più gravi, ovvero la direzione unitaria di tutti i servizi di emergenza, da attuarsi in stretto raccordo col Presidente della Regione – con cui dovrà quindi condividere le decisioni più rilevanti – e in diretto contatto con i Sindaci più colpiti dall’emergenza. Il sistema di Protezione Civile è dunque un ambito in cui è fondamentale la sinergia che deve poi estendersi a tutte le altre componenti, tra le quali particolare rilievo assume il volontariato.

Il dottor Di Nuzzo, dopo aver rimarcato la necessità di valorizzare i processi di pianificazione e formazione – in particolare da parte degli Enti locali che nella maggior parte dei casi devono assicurare la prima ed immediata risposta – ha espresso infine il proprio compiacimento per la manifestazione, definendola “un’ottima occasione per un ulteriore sviluppo del dialogo e della necessaria integrazione sinergica tra strutture statali, regionali e locali di prevenzione e tutela dalle emergenze.”

 

 

Articolo di Lunedì 15 Novembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it