Condividi la notizia

TEATRO

Guenda Goria e Miriam Galanti a Vicenza ne “La vespa” per la regia di Piergiorgio Piccoli

Lo spettacolo, prodotto da Theama con il contributo di Todi Festival, sarà proposto nella Giornata per l'eliminazione della violenza contro le donne; giovedì 25 novembre al ridotto del teatro comunale di Vicenza

0
Succede a:
VICENZA - È atteso in prima regionale a Vicenza giovedì 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, “La vespa”, lavoro della drammaturga e sceneggiatrice inglese Morgan Lloyd Malcom, con Guenda Goria e Miriam Galanti dirette da Piergiorgio Piccoli. Prodotto da Theama in collaborazione con Todi Festival, lo spettacolo andrà in scena alle 21 al Ridotto del Teatro Comunale, d’intesa con l’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune, in rete con la Commissione Pari Opportunità della Provincia di Vicenza e il patrocinio di Regione del Veneto e Consigliera di Parità della Provincia di Vicenza.

Traduzione di Enrico Luttmann, musiche di Federico Pelle, sculture di Giovanni Grey Grigoletto.

“La vespa” è un thriller psicologico, tagliente e diretto nel linguaggio, duro e pungente nella storia. Come la vespa del titolo, che depone le proprie uova nel corpo di un ragno, le due protagoniste innescano tra loro una dinamica di reciproca sopraffazione, in una lotta per la sopravvivenza senza esclusione di colpi.

Ma chi, tra Erica e Carla, è la vespa e chi il ragno? Le due sono state compagne di scuola, poi si sono perse di vista, seguendo percorsi molto diversi: Carla vive alla giornata; Erica è una donna ricca, con un marito apparentemente devoto e una bella casa. Un’inaspettata richiesta da parte di Erica aprirà un confronto serrato, una tensione crescente, che porterà lo spettatore a seguire le due attraverso un sentiero aspro, pieno di domande, ma non tanto su che cosa succederà, quanto sul perché succederà.

E sarà lì, lungo quel percorso accidentato, che inizieranno a mostrarsi le ombre lunghe di una violenza subita, non detta e non dimenticata, di un bisogno pressante di riversare sull’altro il male che si è vissuto, ma per superare il quale, nonostante tutto, una soluzione è possibile. Guenda Goria, figlia d’arte, è arrivata alla recitazione dopo un diploma al Conservatorio Verdi di Milano e una laurea in Filosofia estetica.

Dopo gli studi al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, sotto la direzione di Giancarlo Giannini, ha debuttato a teatro con Maurizio Scaparro ne “La coscienza di Zeno” e al cinema con Roberto Faenza nel film in inglese “Anita B”. Oltre ad alcune esperienze televisive, ha lavorato con celebri registi, tra i quali Matteo Garrone e Pupi Avati, e ha firmato alcune regie teatrali. Con la regia di Piccoli ha già lavorato in “Cognate – Cena di Famiglia” di Eric Assous.

Miriam Galanti si è diplomata in recitazione al Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma, dividendosi poi fra teatro, cinema e televisione, ambito nel quale ha tra l’altro partecipato a fiction di successo come “Che Dio ci aiuti” e “Don Matteo”. Tra i riconoscimenti ricevuti, da segnalare nel 2014 “A new talent beyond” e nel 2019 il Premio Kineo Guest Star, entrambi al Festival del Cinema di Venezia. Tra i suoi impegni più recenti, la conduzione nel 2020 di “Sei in un paese meraviglioso” accanto a Dario Vergassola, su Sky Uno e Sky Arte, e nel 2021, sempre su Sky Arte, di “Dante, la visione nell’arte”.

L’autrice, Morgan Lloyd Malcom, è una delle più interessanti drammaturghe inglesi del momento, e le sue opere sono già rappresentate con grande successo in molti Paesi; con
questo spettacolo un suo testo approda per la prima volta in Italia. Biglietti interi a 14 euro più 2 di diritti di prevendita, ridotti a 10 più 1,50 di prevendita. Info e prevendite su www.tcvi.it e alla biglietteria del Comunale (tel. 0444 324442, dal lunedì al sabato dalle 9.30 alle 12.30).
Articolo di Mercoledì 17 Novembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it