Condividi la notizia

AMBIENTE

Anche il consumatore può dotarsi di infrastrutture per la produzione di energia da fonti rinnovabili

Asm Set Rovigo per il cambiamento sostenibile: domenica 21 novembre il convegno “Comunità energetiche: un’opportunità per i cittadini”

0
Succede a:
Manuela Nissotti presidente di Asm Set

ROVIGO - Restare passivamente sul mercato e subire gli effetti delle oscillazioni delle quotazioni delle materie prime non è più obbligatorio: grazie alle comunità energetiche, anche il consumatore può dotarsi di infrastrutture per la produzione di energia da fonti rinnovabili procedendo alla costituzione di forme associative per raggiungere questo obiettivo. Il consumatore può dunque diventare produttore di energia elettrica entrando in una rete formata da associazioni, enti pubblici locali, aziende, attività commerciali e, appunto, cittadini privati che scelgono di realizzare strutture per la produzione di energia rinnovabile e l’autoconsumo attraverso un modello basato sulla condivisione. Un modello di sviluppo che guarda direttamente al futuro, nella direzione della transizione ecologica che Asm Set ha deciso di cogliere immediatamente, coinvolgendo i cittadini affinché partecipino da protagonisti all’importante rivoluzione in atto.

Proprio per approfondire gli aspetti connessi alle comunità energetiche rinnovabili, vere e proprie forme di collaborazione energetica incentrate su un sistema di scambio locale per favorire la gestione congiunta, lo sviluppo sostenibile e la riduzione della dipendenza energetica dal sistema elettrico nazionale, Asm Set, in occasione della seconda Domenica ecologica del Veneto, organizza e promuove, con il patrocinio del Comune di Rovigo, il convegno “ Comunità energetiche: un’opportunità per i cittadini” che si terrà domenica 21 novembre, nella sala della Gran Guardia di Rovigo a partire dalle 16.30.

Al convegno interverranno: Gianluca D’Agosta, referente di ENEA – l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile - per il progetto Geco – Green economy community; Giorgio Osti, docente di Sociologia dell'ambiente e del territorio dell’Università di Padova; Nicola Zanca, sindaco di Gaiba, già ricercatore post dottorato del dipartimento di Chimica dell’Università di Helsinki; Dina Merlo, assessore all'Ambiente del Comune di Rovigo. Modera il dibattito Manuela Nissotti, presidente di Asm Set.

“Le comunità energetiche – afferma Manuela Nissotti – sono lo strumento che la legge ci offre per mettere in rete e condividere le energie rinnovabili prodotte dai singoli consumatori, siano essi privati cittadini, enti pubblici o aziende. L’autoconsumo delle energie provenienti da fonti rinnovabili, previsto dall’articolo 42 bis della legge 8 del 28 febbraio 2020, è una realtà già consolidata in diverse province italiane ed è in corso di approvazione presso il Consiglio Regionale del Veneto un progetto di legge finalizzato alla “Promozione dell’istituzione delle Comunità Energetiche e di autoconsumatori di energia rinnovabile che agiscono collettivamente sul territorio regionale”.

Asm Set, quale partner energetico del territorio, cui spetta il compito di accompagnare i cittadini nella transizione ecologica in atto, ritiene di fondamentale importanza non solo fornire ai propri Utenti ogni informazione necessaria o utile per comprendere appieno questa nuova modalità di approvvigionamento e consumo dell’energia, ma soprattutto stimolare la cittadinanza all’adozione di tutti gli strumenti necessari per conseguire il massimo risparmio energetico e la tutela dell’ambiente e del territorio.

L’evento, gratuito, è aperto a tutti i cittadini. Il green pass è obbligatorio.

Articolo di Venerdì 19 Novembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it