Condividi la notizia

COLDIRETTI

Il premio San Giorgio è stato assegnato a Luigi Rossi

Come da tradizione, a margine della celebrazione religiosa, c’è stato il conferimento del premio ’San Giorgio’, patrono della frazione di Badia (Rovigo) che viene assegnato a persone che si sono particolarmente distinte nella loro attività

0
Succede a:

VILLAFORA (Rovigo) - Il Covid aveva stoppato la manifestazione l’anno scorso, ma finalmente anche a  Villafora si è tornati a celebrare la giornata del ringraziamento. Come da tradizione, a margine della celebrazione religiosa, c’è stato il conferimento del premio ’San Giorgio’, patrono della frazione di Badia che viene assegnato a persone che si sono particolarmente distinte nella loro attività.

Quest’anno il riconoscimento della Coldiretti locale è stato assegnato all’arbitro Luigi Rossi, nato e cresciuto a Villafora. Mario Cabassa con il suo intervento ha ricordato come lo sport sia un settore importante per la socializzazione e la crescita dei più giovani. "Luigi Rossi in questo senso – ha detto Cabassa – è un orgoglio per la comunità".

Figlio d’arte, anche papà Fabrizio e zio Enzo sono stati arbitri di calcio, Luigi Rossi è cresciuto col fischietto in bocca. Oggi, al culmine della sua carriera, è diventato arbitro nazionale affermato anche in serie A e internazionale. Attaccatissimo alla famiglia d’origine, Luigi ha dedicando il premo ai nonni Anna e Luigi e ai suoi cari. Don Antonio ha poi benedetto i mezzi agricoli che erano schierati in piazza. A suonare gli inni, la banda ’Colonnello Bosi’ di Zelo. Con i rappresentanti delle associazioni agricole guidati dal presidente Massimo Dal Lago, erano presenti gli assessori Stefano Segantin e Valeria Targa e l’immancabile cerimoniere anziano Mario Baratella.

L'assistente arbitrale, nel ritirare la targa, non ha nascosto l'emozione, spiegando che il nonno era molto devoto a San Giorgio trasmettendogli la devozione. “Non so se merito il premio, ma ringrazio la Coldiretti di Villafora per avermi omaggiato con questo riconoscimento”.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Mercoledì 24 Novembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it