Condividi la notizia

AUSER ROVIGO

Auser Provinciale inaugura 8 opere di street art per lanciare un importante messaggio

L'opera "Sono caduta dalle scale?"; un modo per far capire l'importanza della giornata contro la violenza sulle donne, facendo anche capire quanto essenziale sia il rapporto tra uomo e donna (Rovigo)

0
Succede a:
ROVIGO - Auser Provinciale Rovigo prosegue il proprio impegno per sensibilizzare le comunità locali sull’importanza del rispetto nelle relazioni tra donne e uomini. E questa volta lo fa attraverso il linguaggio artistico, proprio nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, con la realizzazione dell’opera “Sono caduta dalle scale?”.



Per far riflettere i cittadini sulle insidie che si possono celare dietro a una semplice frase, come quella pronunciata da tante donne, giovani e anziane, che non vogliono ammettere di essere vittime di continui abusi e maltrattamenti fisici e psicologici, e soprattutto per ricordare a tutti cosa non è amore, è stata ideata questa iniziativa di solidarietà e sensibilizzazione, volta al contrasto della violenza di genere.

L’opera di street art, che consiste nella decorazione di alcune scale, che conducono alla strada arginale del fiume Po, è stata realizzata, nei rispettivi comuni, dai volontari dei circoli Auser di Melara, Bergantino, Papozze, Corbola, Taglio di Po, Ariano nel Polesine, Porto Tolle e dell’Università Popolare di Polesella, a ricordare l’unità
di intenti delle comunità polesane, nell’impegno al contrasto di una delle più rilevanti problematiche sociali a livello mondiale e nazionale.

Donne e uomini hanno condiviso e realizzato questo progetto, perché violenza e discriminazione devono essere combattute insieme, lanciando un messaggio di sostegno a quanti si trovano a dover affrontare situazioni di violenza fisica e psicologica. “La violenza domestica - afferma Marinella Mantovani, Presidente di Auser Provinciale Rovigo - è una realtà e il lungo periodo di restrizioni, vissuto tra il 2020 e il 2021, a causa dell’emergenza sanitaria, ha visto un significativo aumento di situazioni pericolose, che rendono la casa un luogo non sicuro per molte donne".

"Secondo dati ISTAT, che ha condotto una analisi dei dati durante la pandemia, da marzo a giugno 2020, il numero di richieste di aiuto per sé o per altri, arrivate al numero verde 1522 per la violenza e lo stalking, sono raddoppiate rispetto allo stesso periodo del 2019 (+119%), con una crescita significativa. Per questo, e anche in considerazione del dato relativo alla grande maggioranza di donne anziane presenti sul territorio polesano, che vivono da vicino il problema della solitudine, con effetti a volte drammatici per quanto concerne l’esposizione a diversi tipi di violenza, abbiamo sentito il dovere di metterci a disposizione per comunicare il messaggio della pari dignità tra donne e uomini a tutte le età, cercando di liberarsi di vecchi e nuovi stereotipi e valorizzando le differenze di genere.“

Anche a Lendinara, grazie al circolo “Chiara Stella”, in questi giorni in Piazza Risorgimento, è stato allestito, attraverso un’attività artistica, un punto informativo per diffondere il più possibile adeguate informazioni sui servizi attivi a livello locale e nazionale, a cui potersi rivolgere per cercare aiuto e uscire dall’isolamento.

“Un sentito ringraziamento - conclude Mantovani - va, non solo ai volontari Auser che hanno realizzato l’opera, ma anche alle Amministrazioni comunali, che hanno condiviso con l’Associazione il valore di tale evento, concedendo l’autorizzazione all’utilizzo delle scale, ma anche alle Forze dell’Ordine e agli Istituti scolastici che hanno partecipato agli eventi inaugurali, permettendo la diffusione di questo importante messaggio".

"Ai giovani, in particolare, va il nostro invito ad essere protagonisti di un cambiamento quanto mai necessario, perché se si riuscirà a costruire una nuova cultura, fatta di qualità ne
i rapporti tra uomini e donne, sarà soprattutto grazie ai loro.”

Le iniziative ideate dall’Associazione si inseriscono nell’ambito del progetto 3A - Anziani, Aiuto, Attenzione per sé e gli altri, promosso da Auser Provinciale Rovigo APS, e sostenuto dalla Regione Veneto, con risorse statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Articolo di Giovedì 25 Novembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it