Condividi la notizia

LUTTO ADRIA

Adria perde Vinicio Fregatti. Lo ricorda Sandro Gino Spinello

Un matematico, un collezionista, ma soprattutto un uomo che ha fatto la storia della sinistra adriese, facendo capire la propria importanza alla comunità etrusca (Rovigo)

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - All'età 88 anni è venuto a mancare Vinicio Freggati all'ospedale Covid di Trecenta nella notte del 25 novembre (LEGGI ARTICOLO). Laureato in matematica, è stato una persone che ha dato un contributo importante alla comunità adriese. Lascia due figli, Marco e Donatella. 

Così il ricordo di Sandro Gino Spinello: "Con Vinicio Fregatti scompare un pezzo importante della sinistra adriese ed un protagonista della storia politica ed istituzionale
della Città degli anni '60 e 70. Dopo lo scioglimento del Psiup, avvenuto nel 1972, in controtendenza rispetto al livello nazionale, Vinicio non entrò nel PCI ma scelse il Partito Socialista Italiano".

"Entro in Consiglio Comunale e presto divenne capogruppo, fu l'artefice della svolta generazionale in quel partito, riusci a costituire una nuova leva di giovani socialisti e assieme a loro diede vita ad un solido gruppo della sinistra socialista adriese; ricordo tra questi Franco Grotto, Michele Mastrangelo, Giovanni Giribuola , Giuseppe Tonon. Fregatti sia all'interno del PSI che dell'Amministrazione Comunale, fu un innovatore e il principale “sdoganatore” del P.C.I.; fu lui, infatti uno dei principali promotori della stagione delle Giunte di Sinistra che durò dal 1977 al 1991, con i Sindaci Valerio Cavallari prima e poi Franco Grotto".

Proseguendo: "E' stato per decenni insegnante di matematica negli Istituti Superiori di Adria. Fine cultore della storia cittadina ed appassionato collezionista filatelico ma non solo.
Ha amato profondamente la sua Città di adozione, lui era originario del Basso Ferrarese, e fino all'ultimo si è adoperato per essa. Persona dal carattere non semplice ma sempre schietto e leale, qualità, ahimè, non sempre riconosciute e valorizzate. Un abbraccio ai figli Marco e Donatella".
Articolo di Venerdì 26 Novembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it