Condividi la notizia

COMUNE

Il campo da Padel divide l’assemblea

Gli animi si sono surriscaldati alla quinta variazione “d’urgenza” di bilancio inerente la realizzazione di un campo di padel (o paddle),  negli impianti sportivi in via Martiri di Villamarzana a Badia Polesine (Rovigo)

0
Succede a:

BADIA POLESINE (Rovigo) - Il consiglio comunale del 29 novembre si è aperto con il commosso ricordo, da parte del presidente Alessandro Leopardi, del defunto ex sindaco Gastone Fantato “…uno che ha dato il massimo per la sua città, …anteponendo il dovere prima di tutto”. L’applauso convinto dei consiglieri ha sancito l’adesione corale alla commemorazione.

Poco dopo però gli animi si sono surriscaldati alla quinta variazione “d’urgenza” di bilancio inerente la realizzazione di un campo di padel (o paddle),  negli impianti sportivi in via Martiri di Villamarzana. La realizzazione andrà a sostituire l’attuale struttura polivalente, “…molto poco utilizzata”. Con l’approvazione, deliberata venerdì scorso in Giunta, il Comune di Badia intende accedere a un mutuo da 50mila euro con il Credito Sportivo, senza interessi, estinguibile in 15 anni. Si tratta di un fondo di rotazione che riguarda la sola quota capitale.

L’urgenza della ratifica è stata motivata dall’assessore Stefano Baldo per poter presentare in tempo l'istanza per l'accesso al credito, entro la scadenza del 30 novembre. Quanto al progetto, il Comune avrebbe ricevuto l’approvazione preliminare di CONI e Credito sportivo.

Fiato alle trombe. Negli interventi il consigliere di minoranza Manuel Berengan ha dato vita ad una vivace polemica su questa che ha definito “Una variazione di bilancio altamente discutibile e assolutamente politica … perché si tratta di stabilire quali siano le priorità amministrative per Badia”. Senza giri di parole il Consigliere ha tirato in ballo l’atteggiamento non altrettanto solerte che l’Amministrazione avrebbe riservato alla richiesta del CRAB, per un concorso spesa nella realizzazione di un ascensore. Nulla da eccepire sull’idea di un campo da padel ma Berengan ha contestato l’intempestiva informazione ricevuta, tale da non consentire i necessari approfondimenti alla minoranza. A questo si aggiungono le perplessità sull’opportunità di un accesso al credito che, comunque si voglia definire, è sempre un mutuo per una realizzazione del campo in un sito dove, per altro, c’è già un basamento in calcestruzzo. Non solo, ma il Consigliere ha messo in dubbio l’interesse concreto dell’Amministrazione nella realizzazione dell’opera, chiedendosi se esista una richiesta da parte della gente. Infine l’affondo sul costo eccessivo: “un impianto simile chiavi in mano non costa più di 30mila euro”.

La risposta del Sindaco è stata altrettanto decisa, ribaltando da subito qualsiasi accostamento al Centro Anziani per il quale l’Amministrazione si è spesa cercando in ogni modo finanziamenti idonei, proprio per evitare esborsi da parte di quell’associazione. Quanto “all’interesse concreto” il Padel è uno sport in grande crescita nel nostro paese. “Non mi piace, invece, l’illazione sui costi - ha precisato Giovanni Rossi - perché tutti sanno che il pubblico ha degli oneri che il privato non ha e, in ogni caso ci sarà una gara d’appalto e potrebbe esserci un risparmio. Lei non può ingannare Chi ci ascolta confondendo i termini, qui stiamo parlando solo di una richiesta di finanziamento”. I tremilacinquecento euro annuali per la rata da restituire, secondo il Sindaco, sono meno di quello che il Comune eroga per altre manifestazioni estemporanee.

Naturalmente la variazione è passata col voto contrario di Adesso Badia, giacché la civica Tre Torri era assente nonostante che Adino Rossi avesse fatto circolare una sua nota inviata all’Assessore Sport Baldo perché si ricordasse, a margine della delibera sul campo di Padel, che esiste anche una società cestistica (da Lui presieduta) poco considera.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Martedì 30 Novembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it