Condividi la notizia

#elezioniPROVINCIA2021

Cavallari: Il sindaco Omar Barbierato spieghi che tipo di accordo ha siglato con la Lega per la città

Il sindaco di Rovigo ha sbattuto la porta ed ha abbandonato, quello di Adria invece ha invitato tutti al rispetto degli accordi presi. Il capogruppo Lamberto Cavallari chiede trasparenza: quali sono gli impegni presi con i leghisti?

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - "Accogliamo con non poca sorpresa il messaggio del sindaco di Adria Omar Barbierato nella chat dei sindaci della lista Lega e i civici nata a sostegno del candidato presidente della provincia Enric Ferrarese che ricorda tutti l'importanza del rispetto degli accordi assunti tra le parti" afferma il capogruppo in consiglio comunale di Adria Lamberto Cavallari.

"Nei giorni scorsi si era molto vociferato che l’accordo non fosse solo strategico per le elezioni provinciali, ma avesse dei risvolti politici di sostegno reciproco nell’azione amministrativa dei comuni di appartenenza. Quanto avvenuto ieri a Rovigo (LEGGI ARTICOLO) a cui ha pubblicamente risposto Barbierato - commenta Cavallari - sembra confermare questa interpretazione. Barbierato invia il messaggio dopo che il consiglio comunale di Rovigo è  andato deserto in quanto alcuni componenti della maggioranza, indispettiti dall’accordo, non si erano presentati e la componente leghista non aveva assicurato il numero legale, contrariamente a quanto loro richiesto. A seguito di ciò, il sindaco di Rovigo Edoardo Gaffeo ha abbandonato la chat con un laconico “Auguri a tutti” a poche giorni delle elezioni del Presidente Provinciale.
Il messaggio di Barbierato “c’è poco da sorridere erano stati presi impegni” rivolto ai componendi della chat, pochi minuti dopo l’abbandono di Gaffeo sostiene quanto sopra detto".

"Ora noi riteniamo che tutti gli accordi con le forze politiche siano legittimi - aggiunge Cavallari - tanto più con chi oggi, leggasi Lega,  è forza di un governo con ampia rappresentatività, ma ci chiediamo se ciò sia politicamente corretto da parte di chi ha fatto della propria asserita integrità e del contrasto alla Lega, ai suoi valori di riferimento e al suo modo di operare a qualsiasi livello, una bandiera, non perdendo occasione per rimarcare la propria pretesa diversità e lontananza.
Ci chiediamo inoltre se sia corretto che accordi stipulati nelle segrete stanze siano fatti da chi ha fatto della propria diversità politica un mantra, sostenendo a piena bocca la compartecipazione e i tavoli aperti, e ci chiediamo pertanto chi abbia coinvolto in questo accordo che sembrerebbe riguardare anche la nostra città.

Per questo motivo, caro Sindaco, ti invito a spiegare fino in fondo, se lo puoi fare, quel messaggio, visto che non lo puoi smentire. Non chiediamomolto, non proprio la compartecipazione, ma almeno un minimo di trasparenza ai cittadini la devi".
Articolo di Mercoledì 1 Dicembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it