Condividi la notizia

CORONAVIRUS

Super green pass: innalzamento dei controlli, l’appello del Prefetto

Rovigo: Pianificazione dei controlli sull’obbligo di possesso della certificazione verde Covid-19, particolare attenzione a ristorazione al chiuso, servizi di trasporto pubblico locale e servizi di trasporto ferroviario, sale gioco, palestre, piscine

0
Succede a:

ROVIGO - Il Prefetto di Rovigo Clemente Di Nuzzo ha impartito le direttive volte a pianificare l’effettuazione dei controlli sulle vigenti misure di prevenzione pandemica e, in particolare, sull’effettivo possesso della certificazione verde Covid-19 (c.d. “Green pass”) da parte dei fruitori dei servizi e delle attività previste dagli articoli 9 e seguenti del decreto legge n. 52 del 2021.

Le disposizioni del Prefetto sono state adottate sulla base delle valutazioni emerse nel corso della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica del 30 novembre scorso, alla quale hanno partecipato, oltre al Questore, al Comandante Provinciale dei Carabinieri e al Comandante Provinciale della Guardia di Finanza, i rappresentanti della Polizia Stradale e della Polizia Ferroviaria, i Sindaci dei Comuni di Rovigo e Adria, i rappresentanti della Provincia, dell’Ulss 5 Polesana e dei gestori del trasporto pubblico locale.

La pianificazione è intesa ad assicurare un sensibile ulteriore innalzamento del numero di persone controllate e delle verifiche presso i siti per l’accesso ai quali è necessario il possesso delle citate certificazioni verdi, nei due diversi profili c.d. “base” e “rafforzato”.

I controlli delle Forze di Polizia e dei Comandi di Polizia Locale dei Comuni – organi deputati a svolgere rigorosi e potenziati controlli rispetto all’obbligo del possesso delle certificazioni verdi Covid-19 (c.d. green pass) – saranno indirizzati prioritariamente verso luoghi e servizi caratterizzati dalla presenza di aggregazioni di persone (ristorazione al chiuso, servizi di trasporto pubblico locale e servizi di trasporto ferroviario, sale gioco, palestre, piscine, sale da ballo, ecc.).

Per quanto concerne i controlli sul trasporto pubblico locale, essi saranno prioritariamente assegnati alle Polizie locali. A tal riguardo, il Questore provvederà a convocare ai tavoli tecnici anche i responsabili delle aziende di trasporto pubblico locale del territorio per integrare le loro attività di controllo con quelle delle Forze di polizia e delle Polizia locali.

Nella mattinata odierna il Prefetto ha altresì incontrato i rappresentanti delle associazioni di categoria, ai quali è stato richiesto di sensibilizzare gli operatori economici al massimo senso di responsabilità e ad effettuare rigorose verifiche sul possesso del green pass dei clienti e degli avventori.

“Faccio un appello alla popolazione affinché, a prescindere dai servizi di controllo affidati agli organi di Polizia, ciascun cittadino sia ispirato a condotte responsabili e rispettose della normativa, ha dichiarato il Prefetto Di Nuzzo. Chi non rientra nei casi di esenzione previsti dalla legge – ha aggiunto – dovrebbe vaccinarsi, perché la vaccinazione rappresenta, insieme ai comportamenti improntati alla cautela, il principale strumento di difesa dal contagio. Solo così – ha concluso – potremo conservare gli spazi di socialità e la libertà economica e di movimento che abbiamo faticosamente riconquistato in tutti gli ambiti di vita e di relazione”.

 

Articolo di Venerdì 3 Dicembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it