Condividi la notizia

RALLY TAGLIO DI PO

Bellan ritrova il sorriso, primo al Vedovati

Nel tempio della velocità il pilota di Taglio di Po (Rovigo) firma la classe R2C ed è primo tra le due ruote motrici, un risultato che scaccia le nuvole viste a Bassano ed a Schio

0
Succede a:
TAGLIO DI PO (Rovigo) - Aveva deciso di cambiare provincia, dopo le due sfortunate apparizioni vicentine a Bassano ed a Schio, e la scelta si è rivelata più che valida. Alessio Rossano Bellan ritorna dallo Special Rally Circuit by Vedovati Corse da vincitore della classe R2C, primo tra tutte le vetture a due ruote motrici in gara, e lo fa in modo autoritario.

Il pilota di Taglio di Po, alla guida della Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally ed affiancato da Lena Tazia alle note, riviveva i fantasmi del passato, già sulla prima speciale, ma non mollava.

“Sulle inversioni ricreate sul rettilineo principale – racconta Bellan – un concorrente che mi precedeva si è girato, impedendoci di poter proseguire. Avremo perso almeno una decina di secondi e mi sono ritrovato a fare i conti ancora con la sfortuna. Dopo il ritiro di Bassano e la foratura di Schio ci mancava soltanto che, in pista, un concorrente si girasse e ci ostruisse la strada. Il morale era già a terra perchè, a primo impatto, ci sembrava di aver mangiato la gara.”

Uscito dalla prova speciale di apertura con un passivo di quasi sedici secondi e con soli tre tratti cronometrati da affrontare nella Domenica del tempio della velocità, l'Autodromo Nazionale Monza, il portacolori di AB Motorsport, sostenuto da Monselice Corse, non si perdeva d'animo e, con il secondo parziale sulla “Special Vedovati”, risaliva già sul podio provvisorio di classe.

Al giro di boa il gap era ancora di 17”5 ma il polesano cambiava decisamente ritmo, firmando il primo scratch personale sulla ripetizione di “Vedovati”, dimezzando il divario dalla leadership. Con l'arrivo della notte e l'accensione delle fanaliere supplementari quei 10”9 da ancora da limare sembravano una sentenza ma Bellan, gettando il cuore oltre l'ostacolo, era nuovamente il migliore, alzando di soli quattro decimi il tempo segnato durante il giorno, ed andava a completare un sorpasso che, unito al primato tra le anteriori, regalava una gioia immensa.

“Dopo il fattaccio della prima prova non ci siamo arresi – aggiunge Bellan – ed abbiamo deciso di dare il massimo. Sulla seconda prova abbiamo visto che avevamo il passo per poter rosicchiare il vantaggio degli avversari, anche se parliamo di quasi venti secondi da recuperare in sole quattro speciali in pista. L'ultimo passaggio, quello di notte, è stato determinante. Tutti hanno alzato i tempi ma noi siamo stati gli unici a mantenere lo stesso ritmo. Aver corso quindici volte la 24 ore di Telethon mi ha aiutato molto. Mi ha insegnato a mantenere il ritmo costante, in qualsiasi condizione, perchè è solo così che si possono vincere le gare endurance. Con Lena mi sono trovato benissimo. Baldon Rally è sempre una certezza, non lo scopriamo ora".

Proseguendo: "È stato molto bello tornare a Monza, avevo un po' di nostalgia della guida in circuito e di fare un paio di curve piene, come si deve. Aver vinto la classe ed essere i primi nel due ruote motrici è una grossa soddisfazione. Ormai la R2C è la prima classe dopo la R5, se guardiamo i rally che si disputano oggi. Il livello di competitività, ad ogni gara, è altissimo. Sapevamo di avere due forti avversari pistaioli qui e, probabilmente, senza l'intoppo della prima prova avremmo anche potuto
vincere con più margine. Ci voleva proprio un risultato così positivo.”
Articolo di Lunedì 6 Dicembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it