Condividi la notizia

RALLY ADRIA

Bolza Corse terza al Canarias Endurance

La squadra corse di Adria (Rovigo), nella gara di durata spagnola, chiude sul gradino più basso del podio Silver, con un po' di sfortuna, grazie al binomio Paganin Carpenedo

0
Succede a:
ADRIA (Rovigo) - Un finale di stagione con i fiocchi per Bolza Corse e, dopo aver messo a frutto un raccolto notevole nel settore turismo in pista, si è dimostrata ad alti livelli di competitività anche con la squadra corse kart, impegnata in una trasferta oltre confine. Sabato scorso in quel di Maspalomas, in Spagna, andava in scena il Canarias Endurance, gara di durata che vedeva ai nastri di partenza il rientrante Daniele Paganin e Ruggero Carpenedo.

Un evento prestigioso, ben ventotto i team iscritti tra i quali undici nella categoria Pro e diciassette nella categoria Silver, con un programma denso di impegni, a partire dalla Superpole, proseguendo con tre gare sprint da dieci giri ciascuna e concludendo con il fulcro della giornata ovvero un endurance che si è andato a sviluppare sulla lunghezza di cinque ore.

Sorteggiati i vari kart 390 CRG Centurion toccava a Paganin aprire le danze ed il veneziano non passava la mano, staccando il terzo tempo in categoria e l'undicesimo nella generale. Meglio di lui faceva Carpenedo, nella prima sprint, firmando il primo successo di giornata per la compagine polesana in categoria Silver, aggiungendo un'ottima sesta piazza nell'assoluta. Il veneziano non era da meno nella seconda tornata sprint, capace di salire in seconda posizione e di raccogliere un più che positivo ottavo assoluto, confermandosi protagonista.

La terza ed ultima frazione da dieci giri era assegnata a Carpenedo ed il ravennate dava vita ad un acceso duello con i padroni di casa, il team GKC, chiudendo con un altro secondo di classe.

Una vittoria e due podi che si traducevano in un importante bottino in ottica di classifica finale. “L'avvio è stato sicuramente ottimo – racconta Paganin – perchè il tracciato era davvero tosto. La pista era lunga quasi due chilometri, con tanti sali e scendi ed anche alcuni punti abbastanza pericolosi. Si sfioravano dei muri a delle velocità altissime. In queste condizioni riuscire ad ottenere una vittoria e due secondi posti, partendo terzi in griglia, era ottimale.”

Una breve sosta e, dopo la passerella della Drivers Parade, via alla cinque ore di endurance. Partenza in stile Le Mans ed obbligo di dodici soste, da regolamento, con Paganin che apriva la strada e riusciva a difendersi dagli attacchi della concorrenza, durante le prime tornate, mantenendo la scia del treno dei migliori, grazie ad un passo gara costante per tutto il suo stint. Saldamente in testa alla classifica Silver il binomio griffato Bolza Corse gestiva il ritmo ma a mettersi di traverso ci pensava la dea bendata, con un fatale sgambetto durante la terza ora.

Un cedimento tecnico costringeva i due a ripiegare su un mezzo secondario, non performante come il precedente, ma senza perdersi d'animo ed a denti stretti conquistavano il decimo. Un risultato che, sommato all'ottimo bottino ottenuto tra la Superpole e le gare sprint, permetteva comunque a Paganin ed a Carpenedo di chiudere terzi in categoria Silver.

“Eravamo tranquillamente primi di Silver – aggiunge Paganin – ma, alla terza ora, il nostro kart ci ha abbandonato. Peccato per la vittoria mancata ma siamo soddisfatti di questo terzo posto e di aver preso parte a questo bellissimo evento spagnolo. Grazie a tutta la Bolza Corse.”
 
Articolo di Martedì 7 Dicembre 2021

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it