Condividi la notizia

ATLETICA ROVIGO

I biancazzurri si mettono in luce anche nel cross

Risultati importanti per la Discobolo Rovigo nel primo cross regionale di Galliera Veneta, nella seconda prova del Cds Regionale di corsa campestre, e alla 5 Mulini a S. Vittore Olona

0
Succede a:

VITTORIO VENERO (TV) - Domenica 27 gennaio, la Discobolo Atletica ha affrontato la lunga trasferta fino a Vittorio Veneto, per onorare e confermare le belle prestazioni individuali e di squadra, conseguite nel primo cross regionale di Galliera Veneta, nella seconda prova del Cds Regionale di corsa campestre, il Cross della Vittoria, che si svolge nello splendido circuito del parco Fenderl, sui luoghi della Grande Guerra.

Percorso collinare, con una prima parte in salita, per poi discendere a tutta lungo le curve che portano tortuosamente al traguardo. Un tracciato da percorrere senza freni e senza troppo pensare, in cui si deve solo far andare le gambe e da affrontare con coraggio, cuore e incoscienza, tutte caratteristiche che contraddistinguono gli atleti con la maglia azzurra.

Tante le categorie, dai Ragazzi fino ai Master per circa un migliaio di atleti. Per la Discobolo hanno aperto le danze le Ragazze, ben cinque alla partenza della competizione, su un totale di 170 atlete.

Come a Galliera, la prima a tagliare il traguardo per le atlete rodigine è stata Elena Crepaldi, giunta diciassettesima, che si conferma fra le più forti crossiste venete. Dopo di lei, trentatreesima, Ilaria Nezzo, sempre comunque ben piazzata, e al cinquantacinquesimo posto Chiara Arcidiacono, che rispetto a Galliera si migliora di quasi venti posizioni, a riprova di una condizione che sta pian piano ritrovando, dopo un lungo stop.

Importanti contributi sono arrivati per la squadra anche da Anna Martinelli, novantanovesima, e Aurora Zullato, centoventitreesima. Con questi piazzamenti, la Discobolo rimane ai piani alti della classifica del Cds Ragazze, con un quinto posto di assoluto prestigio, perché dimostra il valore della base.

Nella categoria Cadette, sulla distanza di 2000 metri, ottima prova dell'italo inglese Gaia Cappello, che con la consueta spavalderia britannica ha affrontato una distanza per lei finora non ancora esplorata, giungendo ottantottesima al traguardo, piazzamento che non potrà che migliorare d'ora in avanti.

Nella prova Cadetti, l'onnipresente Christian Capato, infaticabile, era partito benissimo, insinuandosi nel gruppetto dei primi trenta, ma poi ha subito il più classico degli inconvenienti di un cross: un pestone con le scarpe chiodate di un avversario che gli ha rotto scarpa e calzino e gli ha procurato notevole dolore per tutto il resto della gara, anche per lui di 2000 metri. Nonostante questo, comunque, Christian ha stretto i denti, giungendo centocinquesimo al traguardo.

Neppure il tempo di tirare il fiato dopo le fatiche di questa corsa, che già domenica prossima i portacolori della Discobolo saranno nuovamente sulla linea di partenza, pronti a sfidare i pari categoria delle altre province venete nel Cross di Falzé di Piave, terza ed ultima prova del Cds Regionale.

Il freddo e la neve hanno accompagnato i Master Saaid El Bouhali e Rudy Magagnoli  alla 87° Edizione della Cross dei 5 Mulini a S. Vittore Olona. Un bellissimo secondo posto assoluto per Rudy (Cat SM 40) con 18,07 ed un 8 posto assoluto per Saaid Cat (SM 35) con 18,57. Campestre di livello nazionale con il singolare passaggio all’interno dei mulini rende questa gara affascinante e il pubblico accorre numeroso per incitare i propri beniamini.

Pe gli esordienti, impegnati al circuito degli 8 Comuni, a Copparo confermano la Prima posizione per i fratelli Manuel ed Eleonora Barcaro.

Articolo di Venerdì 1 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it