Condividi la notizia

RUGBY SEI NAZIONI 2019

Conor O’Shea: “Abbiamo avuto poco possesso”

Senza scuse in Scozia, e il Ct dell’italia non le cerca neppure, per capitan Parisse è una “sconfitta frustrante”

0

EDIMBURGO (SCOZIA) – “Nel primo tempo abbiamo avuto poco possesso e, contro una squadra come la Scozia, non è certo un aspetto da sottovalutare. Ma, palla in mano nell’ultimo quarto, abbiamo dimostrato di poter essere pericolosi. Non cerchiamo scuse, ma è stata una settimana difficile sotto molti aspetti” è la sintesi a caldo del CT azzurro Conor O’Shea nel post-partita di Murrayfield.

LEGGI LA CRONACA DI SCOZIA - ITALIA

“Quando esprimiamo il nostro rugby siamo competitivi, in grado di creare problemi all’avversario. Questo gruppo ha grande spirito: al cinquantesimo, con la gara compromessa, sarebbe stato semplice trascinare la partita sino alla fine, invece non è mancata la voglia di guardare avanti, di mettere in mostra le nostre capacità. Ora iniziamo la settimana che porta al Galles con la stessa intensità vista oggi nel finale di gara” prosegue il CT dell’Italia.

“Non limito la mia analisi agli errori di esecuzione – ha detto O’Shea – ma preferisco guardare a cosa si è tentato di fare: non posso chiedere ai miei giocatori di giocare senza paura e poi biasimarli se commettono degli errori. Certo, avremmo dovuto tenere maggiormente palla per poter essere più pericolosi, ma avevamo davanti un avversario di alto livello”.

”Ora ci attende il Galles, una grande squadra, che viene da una lunga serie positiva – ha proseguito il tecnico dell’Italia – e sarà una grande sfida. Continuiamo a lavorare, a guardare avanti, sapendo di essere sulla strada giusta”.

“Oggi il problema non è stato avere molti atleti costretti a letto a metà settimana, anche se sarebbe facile accampare scuse, quanto piuttosto la mancanza di possesso nella prima ora di gioco. La panchina ha avuto un buon impatto, abbiamo profondità e qualità nel gruppo ma a questo livello ogni piccolo errore si paga a caro prezzo. Non mi arrabbio per il risultato, ma perché non sempre mostriamo le nostre qualità e capacità” ha concluso O’Shea.

Capitan Parisse ha mantenuto la stessa linea del CT: “Questa squadra ha molto talento, vogliamo vincere e per vincere bisogna prendere dei rischi. Oggi è importante aver reagito nel finale, non aver lasciato finire passivamente il match, aver proseguito a giocare nonostante tutto. Odio gli alibi, ma abbiamo avuto tanti ragazzi che non sono stati male in settimana e forse non avevamo il massimo delle nostre energie. Sono frustrato per il risultato finale, ma la reazione della squadra nel finale di gara deve essere il punto di ripartenza per battere il Galles sabato prossimo a Roma”.

 

Sei Nazioni 2019
Risultati prima giornata

Francia - Galles 19-24
Scozia - Italia 33-20
Irlanda - Inghilterra 20-32

Classifica 
Scozia 5, Inghilterra 5, Galles 4, Francia 1, Irlanda 0, Italia 0

Prossimo turno
Sabato 9 febbraio

Scozia - Irlanda
Italia - Galles
Domenica 10 febbraio 
Inghilterra - Francia

Articolo di Sabato 2 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it