Condividi la notizia

RUGBY TOP12

Marcato fa i complimenti ai rossoblù, Properzi: “in mischia li abbiamo arati”

Tutti concordi alla fine del 164esimo derby, il Petrarca Padova si lecca le ferite, la FemiCz Rovigo festeggia saltando e cantando sotto la tribuna Quaglio 

0
Succede a:

ROVIGO - Parliamoci chiaro, se nel primo tempo la FemiCz Rovigo avesse chiuso con uno scarto di almeno 20 punti non ci sarebbe stata partita. Invece ha tenuto in vita il Petrarca, qualche errore che la FemiCz Rovigo ha commesso in un campo dove era difficile anche rimanere in piedi, unita a qualche scelta azzardata, ha di fatto evitato che i Bersaglieri uccidessero il match ben prima del riposo.

“Si poteva chiudere al primo tempo, si è vero, ma poi che divertimento c’era? Il pubblico se ne andava via”. Ci scherza su Kino Properzi che dalla panchina si è fatto sentire più volte, un derby ruvido, ma leale. Nella ripresa il Petrarca Padova è stato costretto a chiedere la mischia no contest, complice due infortuni in prima linea “Il finale era già letto, avendoli arati prima in mischia hanno gestito la situazione, sarebbero stati stupidi a non farlo”.

Leggi la cronaca di FemiCz Rovigo - Petrarca Padova
Leggi le dichiarazioni di Marcato e Properzi

Leggi l’articolo sulle 150 presenze di Edo Lubian
Leggi le interviste a Ferro e Favaretto
Leggi l’articolo sull’inaugurazione dell’area Hospitality 

Problemi in touche non ancora risolti, due perse in attacco che gridano ancora vedetta, ma Kino Properzi è fiducioso “Nel primo tempo abbiamo avuto solo due problemi, nel secondo tempo sono aumentati perché molti avevano i crampi, il campo era pesante. Saltare e muoversi per terra diventa difficile con il fango. Abbiamo delle seconde linee pesanti che garantiscono efficacia nei raggruppamenti, meno nel gioco aereo, dovremo trovare il giusto mezzo. Troveremo comunque una soluzione, il campionato è ancora lungo. Quello che dovremo fare sicuramente è gestire questi ultimi minuti della partita con quello che abbiamo, e delle touche corte”. 

In chiave classifica ora la FemiCz ha due compagni di viaggio, ovvero il Calvisano e il Valorugby. Entrambi giocheranno al Battaglini, ed è un bel vantaggio. “Adesso siamo in tre al primo posto - commenta Properzi - e bisogna starci assolutamente, perché rischiamo di arrivare ai playoff solo con la differenza mete. Bisogna stare all’occhio su tutto. È un bel campionato, chi se lo aspettava. La squadra è forte, abbiamo trovato un giusto bilanciamento”.

Andrea Marcato, coach del Petrarca Padova campione d’Italia, commenta con la solita misura la sconfitta. “Sono molto frustrato perché lavoriamo molto bene in settimana e poi al momento della partita non riusciamo a imparare dai nostri errori. Come col Valsugana, la prima mezz’ora gliel’abbiamo regalata. Oggi è stato uguale. Quindi merito al Rovigo che ha fatto la meta dopo 1 minuto e 30 secondi, una meta che non possiamo mai subire, mai (lo ripete due volte, ndr). Merito al Rovigo l’hanno preparata bene, han giocato bene e son confidenti”.

Un Petrarca in difficoltà, rispetto allo scorso campionato è decimato dagli infortuni “Stiamo perdendo molti giocatori uno dietro l’altro - ammette Marcato - siamo in grossa difficoltà non abbiamo più piloni, però il nostro obiettivo è arrivare tra le prime quattro ovviamente, e sarà dura, durissima, ma vogliamo provarci fino alla fine”.

FemiCz Rovigo che tra altro è stata anche inferiorità numerica per ben due volte  “Giocare 20 minuti in 14 non è facile, i rossoblù sono stati davvero bravi anche perché non hanno preso punti, a parte la meta tecnica. Che dire: bravo Rovigo”.

Giorgio Achilli
 

Articolo di Domenica 3 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it