Condividi la notizia

COMUNE OCCHIOBELLO (ROVIGO)

Le coppie preferiscono il municipio per dirsi sì

L’analisi con i numeri dei matrimoni nel 2018: 31 hanno deciso per il Municipio e 24 nelle chiese o fuori comune. Otto gli atti di separazione e sette le cessazioni

0
Succede a:
OCCHIOBELLO (RO) - I matrimoni civili, nel Comune di Occhiobello, hanno superato nel 2018 quelli religiosi. Sono state 31 le coppie che hanno scelto di dire sì nella casa comunale alla presenza del sindaco o di un assessore e 24 quelle che si sono unite di fronte al sacerdote nelle chiese parrocchiali del territorio oppure anche fuori Comune.

Ma le coppie si sono rivolte agli uffici comunali anche per affrontare separazioni e cessazioni. Dal 2014, infatti, con legge 162/2014, è possibile arrivare a un accordo di separazione e poi al divorzio recandosi in municipio. I coniugi hanno, quindi, la possibilità di presentarsi all'ufficiale di stato civile del Comune, scegliendo in maniera facoltativa se avvalersi di un legale o meno, per concludere un accordo di separazione e divorzio, a condizione che non vi siano figli minori o maggiorenni portatori di handicap grave o economicamente non sufficienti.

Nel 2018 sono stati otto gli atti di separazione e sette le cessazioni, nel 2017 erano state sei le separazioni e altrettanti i divorzi, nel 2017 quindici erano stati i matrimoni celebrati con rito civile in municipio, otto quelli religiosi.
Articolo di Giovedì 7 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it