Condividi la notizia

SALUTE ROVIGO

Il virus influenzale è arrivato. I più colpiti? I giovani

Per alleviare e contrastare l’influenza, ora nel suo picco massimo, la cura migliore è il riposo. “E’ più pensante e dura qualche giorno in più rispetto al passato"

0
Succede a:

ROVIGO - Settimane infernali per i cittadini polesani e veneti che stanno combattendo con l’influenza stagionale. L’influenza stagionale è pressochè arrivata al picco anche in Veneto ed in Polesine, e secondo gli esperti della Direzione Prevenzione della Regione lo raggiungerà già in questa settimana, o al massimo la prossima. L’incidenza regionale, ancora in aumento, ha raggiunto 12,60 casi per mille residenti, leggermente inferiore a quella nazionale del 13,76 per mille, il che significa che in questa settimana si sono messi a letto circa 61.800 veneti, numero che sale a 255.500 dall’inizio della sorveglianza (partita a ottobre).

La fascia più colpita sembra essere quella dei giovani e di tutte quelle persone che non hanno l’obbligo di vaccinarsi. I vaccini antinfluenzali infatti come riscontrato dal direttore generale dell’Ulss 5 polesana Antonio Compostella stanno dando i propri frutti aiutando a contrastare il virus. 

Ritornando a parlare dell’influenza di questi giorni “quella di quest’anno si è spostata di qualche settimana più in avanti rispetto a quella dello scorso anno e durerà ancora per circa due settimane. - spiega Compostella - Dal punto di vista clinico sempre rispetto a quella dello scorso anno è stato rilevato che è molto più pesante e dura anche qualche giorno in più”. 

L’unica terapia, la migliore per combattere o comunque prevenire l’influenza se sta per avere lo sfogo, è il riposo, nel caso di febbre assumere antipiretici ed inoltre bisogna idratarsi bevendo molta acqua e mangiando leggero.  

Articolo di Venerdì 8 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it