Condividi la notizia

RUGBY TOP12

I Bersaglieri soffrono, ma restano al comando

La FemiCz Rovigo soffre come non mai nella fasi statiche ma porta a casa da Mogliano la vittoria e il bonus (17-25)

0

MOGLIANO (TV) - Era da tanto tempo che la mischia della FemiCz Rovigo non trascorreva un pomeriggio così difficile. Per fortuna la brutta prestazione degli avanti rossoblù non ha impedito alla formazione polesana di portare a casa una vittoria con il bonus che la mantiene in testa alla classifica. Il risultato (per fortuna o purtroppo?) è l'unica cosa da tenere della trasferta a Mogliano dove si è vista una FemiCz Rovigo lontana parente di quella che appena una settimana fa si era imposta alla grande nel derby con il Petrarca. Si può pensare che dopo la sfida con i campioni d'Italia e la lunga rincorsa alla vetta della classifica, la squadra di Casellato si sia concessa una pausa affrontando il match con i trevigiani con un approccio insufficiente.

Solo così si può spiegare una prova piena di errori e di falli come quella espressa dai rossoblù. A finire sul banco degli imputati è stata soprattutto la mischia rossoblù dominata nelle fasi statiche come non si vedeva da tempo. Alla fine si è quasi perso il conto dei falli sanzionati alla FemiCz Rovigo nelle mischie ordinate. Incontrare una mischia più forte o non essere in giornata può capitare, ma per commettere tutti quei falli bisogna non esserci con la testa. La direzione di gara può essere stata lacunosa in questa fase di gioco (quante mischie ripetute e quanti falli fischiati!) ma tra le capacità di un giocatore c'è anche quella di adattarsi al modo di arbitrare. Invece il pack rossoblù ha continuato dal primo all'ultimo minuto (con il Mogliano che ha tentato nel finale il penalty che poteva valere il bonus difensivo) a farsi sistematicamente punire dall'arbitro senza mai adottare un qualsiasi correttivo. Nel suo complesso la prestazione della FemiCz Rovigo è stata abbastanza insufficiente. Il piano di gioco della squadra è stato lo stesso dell'ultimo periodo, ma stavolta la volontà di muovere l'ovale si è scontrata con la difficoltà di avere il possesso e senza munizioni non c'è fucile che possa sparare.

Con le polveri bagnate la squadra rossoblù è riuscita comunque a ottenere l'obiettivo prefissato pur faticando e soffrendo più del previsto. Bisogna, in ogni caso, dare atto al Mogliano di aver disputato una partita di valore e di essere riuscito a mettere parecchia sabbia nei meccanismi del gioco rossoblù. Se il risultato ha dato ragione alla FemiCz Rovigo bisogna dire che la sfida tattica tra i due allenatori (i cugini trevigiani Casellato e Cavinato, entrambi non presenti in panchina per squalifica) l'ha vinta il tecnico dei biancazzurri che ha centrato le mosse giuste per impedire ai rossoblù di fare il loro gioco abituale.

Eppure era stata la FemiCz Rovigo a sbloccare rapidamente il risultato andando in meta con Majstorovic già al 4'. Il centro rossoblù ha concluso la prima manovra d'attacco portata dalla squadra polesana che con un paio di cambi di fronte ha creato un varco nel quale si è inserito con facilità Majstorovic. Tutto sin troppo facile. Non si erano fatti i conti, però, con la pessima giornata del pack rossoblù che nel giro di un paio di minuti rimedia due penalty in mischia ordinata con Brugnara. Sul secondo Jackman ne approfitta per ridurre le distanze. Al 13' la FemiCz Rovigo è tornata ancora all'attacco con una lunga azione fatta di ripartenze degli avanti e di allargamenti dei trequarti che ha messo fuori la difesa del Mogliano con Majstorovic a segnare la sua seconda marcatura del match.

La squadra rodigina ha cercato di continuare nel suo piano di gioco impostato come sempre sulla velocità e sul movimento del pallone, ma senza un possesso di qualità questa strategia è rimasta quasi lettera morta. Gli avanti rossoblù hanno sofferto l'organizzazione del reparto avversario trovandosi sempre in difficoltà nelle mischie ordinate e anche nelle rimesse laterali. I trevigiani hanno sfruttato la fallosità della FemiCz Rovigo per guadagnare terreno senza fare troppa fatica e al 21' hanno trovato anche la via della meta grazie al pack che ha concluso oltre la linea con Ferraro un'azione di forza dell'intera mischia. Poco oltre la mezzora una delle rare azioni ben portate dalla mischia rodigina dopo una rolling maul ha permesso a Ferro di segnare di forza.

Il Mogliano, però, non ha abbassato la guardia continuando a creare problemi alla mischia rodigina incapace di prendere le giuste contromisure. Allo scadere del tempo la pressione dei trevigiani è stata premiata con un altra meta costruita dalla mischia con una rolling maul. Nessuno in casa rodigina si poteva aspettare di andare al riposo con il risultato di parità, ma il verdetto del campo non ha fatto una piega.

In avvio di ripresa il Mogliano è rimasto in 14 per il giallo rimediato da Cincotto, ma la FemiCz Rovigo non ha sfruttato la superiorità numerica. Anzi sono stati i trevigiani a essere più pericolosi come è accaduto all'11' quando un errore di Cioffi poteva costare molto caro. Al quarto d'ora è stato ancora il Mogliano ad andare vicino alla marcatura ma il calcio a seguire di Jackman non ha sortito effetti. L'equilibrio del match si è rotto al 23' quando Momberg ha finalmente guidato una rolling maul fatta come si deve per andare a segnare. Da ricordare che pochi minuti prima i trevigiani erano rimasti ancora con un giocatore in meno per il giallo a Bocchi. La FemiCz Rovigo ha cercato di gestire il minimo vantaggio e al 34' ha messo il risultato al sicuro con un penalty di Chillon che ha preso il posto di un impreciso Mantelli nel ruolo di calciatore (1 su 4 il suo rendimento dalla piazzola). Alla fine restano i cinque punti della vittoria, ma sul resto è meglio non soffermarsi più tanto. Nel prossimo turno arriva al Battaglini il Valorugby per una sfida d'alta classifica. Sarà bene che in settimana qualcuno prenda parte gli avanti rossoblù e faccia un bel discorsetto.

Roberto Roversi

 

Mogliano Rugby v Femi-CZ Rovigo 17-25
Marcatori: pt. 5' m. Majstorovic, n.tr. Mantelli (0-5); 11' c.p. Jackman (5-3); 14' m. Majstorovic, tr Mantelli (3-12); 22' m. Ferraro, tr. Jackman (10-12); 32' m. Ferro n.tr. Mantelli (10-17);38' m. De Lorenzi tr. Jackman (17-17); st. 62' m. Canali ntr Mantelli (17-22); 75' cp. Chillon (17-25)
MOGLIANO RUGBY 1969: Facchini; D'Anna (43'-53' Michelini), Pavan, Zanatta, Guarducci; Jackman, Fabi; Bocchi, Corazzi (Cap.) (57'- 62' per sangue Carraretto), Baldino; Delorenzi (66' Mengotti), Caila; Cincotto (53' Michelini), Ferraro, Di Roberto
all.: Cavinato
FEMI-CZ ROVIGO: Antl; Barion, Majstorovic (41' Visentin), Angelini (66' Loro), Cioffi, Mantelli, Chillon; Halvorsen (73' Nibert), Lubian, Vian; Canali, Ferro (cap.); D'Amico (65' Pavesi), Cadorini (41' Momberg), Brugnara (75' Rossi)
allCasellato
Arb. Bottino (Roma)
AA1 Angelucci (Livorno); AA2 Franco (Udine)
Quarto Uomo: Merendino (Udine)
Cartellini: 41' giallo Cincotto (Mogliano Rugby 1969); 62' Giallo a Bocchi (Mogliano Rugby 1969)
Calciatori: Jackman ¾ (Mogliano Rugby 1969); Mantelli 3/6 (Femi-CZ Rovigo), Chillon 1/1 (Femi-CZ Rovigo)
Note: Pomeriggio coperto e moderatamente freddo, terreno di gioco in buone condizioni, circa 900 spettatori. Osservato un minuto di silenzio all'inizio della gara per la scomparsa dell'amico e per molti anni fisioterapista del Club biancoblù, Giovanni Scilla.
Punti conquistati in classifica: Mogliano Rugby 1969 0; Femi-CZ Rovigo 5
Man of the match:  Ferro (Femi-CZ Rovigo)


TOP12 – XIV giornata

Toscana Aeroporti I Medicei v Fiamme Oro Rugby 27-21 (5-1)
ValoRugby Emilia v Valsugana Rugby Padova 38-7 (5-0)
Mogliano Rugby 1969 v Femi-CZ Rovigo 17-25 (0-5)
Argos Petrarca Padova v Rugby Viadana 1970 17-6 (4-0)
Lazio Rugby 1927 v Verona Rugby 31-35 (2-5)
Kawasaki Robot Calvisano v Lafert San Donà 62-14 (5-0)

Classifica: Kawasaki Robot Calvisano, Femi-CZ Rovigo e ValoRugby Emilia punti 53; Argos Petrarca Padova 49; Fiamme Oro Roma 42; Toscana Aeroporti I Medicei 35; Mogliano Rugby 1969 26; Rugby Viadana 1970 e Lafert San Donà 25; Verona Rugby 21; Valsugana Rugby Padova 18; Lazio Rugby 1927 17

Prossimo turno – XV giornata
16.02 – ore 15.00
Fiamme Oro v Kawasaki Robot Calvisano

17.02 – ore 15.00
Lafert San Donà v Lazio Rugby 1927
Verona Rugby v Argos Petrarca Padova
Rugby Viadana 1970 v Mogliano Rugby 1969
Femi-CZ Rovigo v ValoRugby Emilia
Valsugana Rugby Padova v Toscana Aeroporti I Medicei

Articolo di Domenica 10 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it