Condividi la notizia

SOCIALE BADIA POLESINE (ROVIGO)

Il grande abbraccio di Papa Francesco 

Una delegazione della Casa del Sorriso, anziani compresi, in udienza generale a Roma dal pontefice. Tommaso Zerbinati consegna una lettera al santo Padre 

0
Succede a:

BADIA POLESINE (RO) - Incontri speciali pochi giorni fa, una delegazione della Casa del Sorriso, col presidente Tommaso Zerbinati ed alcuni membri del consiglio, ha accompagnato alcuni anziani all’udienza generale di Papa Francesco nell’aula Nervi. 

L’incontro promosso con la collaborazione del Movimento Cristiano dei lavoratori, ha toccato i cuori dei partecipanti, uno dei quali orgogliosamente ha ricordato al Papa d’essergli coetaneo, tutti emozionatissimi hanno avuto modo di intrattenersi per qualche istante con il Pontefice ed in quel contesto, il presidente Tommaso Zerbinati gli ha consegnato una lettera di presentazione e saluto nella quale lo si invita a visitare la struttura di Badia Polesine in occasione visita pastorale programmata nel corso dell’anno nel Veneto. 

Nella missiva consegnata il Presidente ha cercato di catturare l’attenzione del Santo Padre con queste parole: “gli ospiti della Casa convivono con la malattia e con difficoltà motorie ed hanno bisogno di assistenza continua; ciononostante guardiamo ad essi con affetto e riconoscenza in quanto parte essenziale della comunità e della società, poiché rappresentano le radici e la memoria del nostro popolo. Nell’approccio assistenziale si contrasta la cultura dello scarto e l’emarginazione che relega gli anziani ritenendoli improduttivi … e ci si prodiga per favorire adeguati contesti umani in cui ciascuno di loro possa vivere degnamente questo momento della propria vita”. 

La lettera continua chiedendo al Pontefice a nome dell’ente di essere ricordati nelle Sue preghiere affinché il Signore consenta di impegnarci per costruire una struttura sempre più accogliente ed inclusiva, capace di essere luogo di umanità e di attenzione …” come già detto, la lettera si conclude con l’invito ufficiale a visitare la Casa del Sorriso. “Sarebbe bellissimo ed indimenticabile per tutti, specialmente quest’anno in cui ricorre il ventennale dell’inaugurazione del nucleo Alzheimer – ha concluso Zerbinati – anche se siamo consapevoli che i suoi numerosi impegni difficilmente ci consentiranno di realizzare questo sogno”. Per la delegazione è stata comunque una bella esperienza ed un incontro commovente soprattutto per gli anziani al seguito.

Ugo Mariano Brasioli 

Articolo di Lunedì 11 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it