Condividi la notizia

CONFARTIGIANATO ROVIGO

La polesana Chiorboli presidente nazionale degli acconciatori 

Tiziana Chiorboli, titolare del Salone Raffaella e Titty di Canaro, eletta presidente nazionale, la seconda categoria più numerosa dell’artigianato

0
Succede a:

ROVIGO - E’ Tiziana Chiorboli, la nuova presidente di Confartigianato acconciatori, eletta all’unanimità a testimonianza della compattezza dell’assemblea rispetto ai futuri assetti dell’associazione. Governerà assieme al direttivo il secondo mestiere più numeroso dell’artigianato italiano dopo l’edilizia che, con le 96.159 aziende attive, rappresenta il 7,3% dell’artigianato. 8500 invece le imprese artigiane iscritte nelle sette Camere di Commercio del Veneto.

Tiziana Chiorboli, una delle eccellenze del nostro territorio è presidente regionale Veneto di Confartigianato acconciatori e presidente Confartigianato acconciatura di Confartigianato Polesine, figlia d’arte, titolare del Salone Raffaella e Titty di Canaro, ha cominciato a frequentare il salone al fianco della mamma all’età di 16 anni. In questi 30anni di carriera, dal polesine, dove ancora gestisce il proprio Salone, ha messo a disposizione la sua professionalità sia nel capo sindacale formativo, organizzando per conto di Confartigianato Nazionale il concorso Hair Ring delle ultime edizioni del Cosmoprof, che aziendale essendo stata spesso chiamata in Rai per le proprie capacità a pettinare i divi della Tv.

La capacità di adattamento al mercato attraverso l’aggiornamento costante e la sensibilità imprenditoriale sono per la neo presidente la chiave per raccogliere nel modo giusto le nuove sfide che il settore dei servizi alla persona è chiamato ad affrontare. “Seguire le tendenze della moda e dell’immagine in continua evoluzione è fondamentale – ha dichiarato Chiorboli – la cura del look che consegue ai nuovi stili di vita ha assunto un valore culturale oltre che personale e il cliente deve trovare nel proprio acconciatore totale riscontro alla proprie esigenze”.

Il suo programma di attività, preventivamente trasmesso e poi diffusamente illustrato, ha incontrato il favore dei Presidenti regionali presenti, sollecitati dalla Presidente a tenere alti entusiasmo e spirito di collaborazione. Nel rivolgere un caloroso ringraziamento al presidente uscente Aurelio Salvoni per l’attività svolta che costituirà la base del lavoro futuro, ha aggiunto: “Il mio percorso seguirà l’approccio tradizionale di Confartigianato acconciatori, il cui gruppo dirigente ha sempre posto l‘impresa con i suoi problemi e le sue istanze al centro della propria attività, e sono certa che il clima di collaborazione che caratterizzerà il lavoro della mia squadra consentirà di perseguire con rinnovata determinazione gli obiettivi prioritari per la categoria. In particolare affronteremo la questione della ridefinizione dei percorsi formativi (legge 174/2005). Da anni si discute di migliorare i percorsi formativi di coloro che intendono avviarsi in questa professione, in primis portando a cinque anni la formazione obbligatoria al pari di quanto avviene per certi percorsi tecnico professionali. Va inoltre identificata una strategia di supporto alla formazione continua. Va inoltre fatta chiarezza sui trattamenti di bellezza di competenza del settore. Oggi infatti, la domanda dei clienti di curare non solo i capelli, bensì il total look impone la necessità di fornire adeguate consulenze sulla cura dell’immagine e di allargare la gamma di trattamenti di bellezza, comprendendo anche alcuni servizi estensivi (trucco, unghie, ecc.) che integrano e completano l’attività di cura estetica del capello. Questa è una soluzione che può permettere un armonico sviluppo dell’occupazione in questo settore e la restrizione delle attività abusive e irregolari”.

 

 

Articolo di Martedì 12 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it