Condividi la notizia

RUGBY TOP12

Ottima difesa e attacco micidiale, i Bersaglieri agganciano il Calvisano

La FemiCz Rovigo vince 30-21 conquistando anche il bonus contro il Valorugby Emilia e rimane in testa alla classifica. Doppiette di Vian e Majstorovic, Mantelli man of the match

0

ROVIGO - La FemiCz Rovigo ottiene il massimo nel match-clou della 15° giornata del Top 12 portando a casa una vittoria con il bonus contro il  Valorugby Emilia che l'appaiava in testa alla classifica. Adesso davanti a tutti sono rimaste le due regine dei campionati scorsi con il Kawasaki Calvisano a far compagnia ai rossoblù. Il successo della squadra di Casellato non è stato però limpido e cristallino. Più che per la qualità del proprio gioco i rossoblù si sono fatti apprezzare per la loro capacità di tradurre in punti ogni opportunità offensiva. Da questo punto di vista la FemiCz Rovigo merita il massimo dei voti, mentre per altri aspetti è stata al limite della sufficienza soprattutto con il pack che non ha avuto una gran giornata. 

Leggi le interviste a Zambelli e Mantelli
Leggi le interviste a Rodriguez, Properzi, Cioffi e Antl
Leggi l'articolo sul Centro Scherma Rovigo
Leggi l'articolo sullo striscione per Manuel
Leggi l'articolo sull'esultanza di Casellato

Dopo il pomeriggio da incubo di una settimana fa a Mogliano, dove la mischia rossoblù ha patito le pene dell'inferno, anche nella sfida con il reparto emiliano si sono evidenziati problemi e limiti che non devono essere sottovalutati. La rimessa laterale rimane sempre una questione irrisolta, con troppi errori nei sincronismi tra lanciatore e saltatore, e nei punti d'incontro, oltre a essere stati fallosi oltremisura, gli avanti rodigini non sono stati in grado di recuperare che pochissimi palloni lasciando al Valorugby Emilia larghe percentuali di possesso. I tanti palloni giocati dagli emiliani hanno dovuto fare i conti con l'ottima difesa della FemiCz Rovigo (meglio nel gioco al largo che nelle ripartenze attorno al pack) la quale ha contenuto gli attacchi del Valorugby Emilia che anche al Battaglini ha dimostrato di meritare un posto nei play off. Quando è riuscita ad avere l'ovale tra le mani e dare ritmo alla propria manovra la squadra rodigina ha confermato le sue qualità offensive come dimostrano le quattro mete, tutte arrivate al termine di azioni di ottima fattura. Purtroppo ai rossoblù è mancata la continuità, ma senza pallone è molto difficile riuscire a giocare, anche se si dispongono di corridori come Antl, Majstorovic, Cioffi e Odiete. 

Alla FemiCz Rovigo è bastato essere scoppiettante per cinque minuti nel primo tempo e un paio nella ripresa per portare il match dalla propria parte dimostrando che in questo momento il miglior gioco offensivo del Top 12 porta il marchio della FemiCz Rovigo. Per il resto la gara è stata per lunghi tratti, specie nella ripresa, nelle mani degli emiliani che non sono riusciti, però, a concretizzare la supremazia nel possesso. E pensare che il Valorugby Emilia aveva aperto il match andando in meta dopo nemmeno due minuti sfruttando un ovale perso malamente da Barion in mezzo al campo (a fine gara il numero dei palloni regalati dai rossoblù agli avversari saranno tanti) per far partire un contrattacco che ha spedito in meta Costella ben liberato da un buco di Farolini, uno dei tanti ex di questo incontro. La FemiCz Rovigo, che forse non si aspettava un Valorugby Emilia in grado di affrontarla sul piano del gioco manovrato, è rimasta un po' sorpresa e stordita, tanto che gli emiliani hanno tenuto in mano l'andamento del match con manovre a tutto campo ben alimentate da un ottimo possesso. La squadra rodigina ha avuto il merito di non scomporsi più tanto e di risalire con calma il campo. 

Così al 18', nel loro primo vero affondo, i rossoblù sono riusciti finalmente ad imbastire un'azione di qualità, nata da un'incursione profonda di Mantelli. Dopo alcune ripartenze del pack a ridosso della meta emiliana lo stesso Mantelli ha servito Majstorovic per una comoda meta. Sull'abbrivio la FemiCz Rovigo ha mantenuto l'acceleratore a tavoletta e un paio di minuti più tardi un velocissimo contrattacco innescato da Lubian ha lanciato la corsa di Cioffi che ha smarcato Vian per la marcatura in bandierina. Per il Valorugby Emiia non c'è stato nemmeno il tempo di riordinare le idee perchè subito dopo Antl si è prodotto in una delle sue abituali scorribande che hanno portato lo scompiglio nella difesa emiliana.  Dai successivi punti d'incontro vincenti dei rossoblù Mantelli ha scodellato un corto calcetto a seguire dietro le spalle della difesa avversaria permettendo a Majstorovic di schiacciare l'ovale in meta. Al 32’ Mantelli è andato sulla piazzola per aggiungere altri tre punti al bottino della sua squadra. Poco dopo un altro buco dell’apertura rodigina non è stato ben sfruttato dalla FemiCz Rovigo che prima della fine del tempo ha avuto un’altra occasione per segnare la quarta meta con una prolungata azione degli avanti a ridosso della linea. 

Nei minuti di recupero, però, il Valorugby Emilia ha sfiorato la meta con un'azione creata da “Lucio” Rodriguez e non concretizzata da Costella per poco. 

Al rientro in campo ci si aspettava una FemiCz Rovigo decisa a chiudere il match e conquistare in fretta il punto di bonus. Invece è stato il Valorugby Emilia a dettare il ritmo del gioco e già al 2' è andato in meta con Dell'Acqua che ha finalizzato un gran lavoro del pack dopo una prolungata rolling maul. Per oltre venti minuti la squadra emiliana ha letteralmente nascosto il pallone ai rossoblù che hanno dovuto sudare le proverbiali sette camice per arginare gli attacchi degli emiliani. Oltre a perdere quasi tutti gli impatti nel gioco manovrato e a pasticciare nelle rimesse laterali (le rubate sono ancora troppe per una squadra che punta allo scudetto) la FemiCz Rovigo è diventata sempre più fallosa consentendo agli avversari di guadagnare terreno senza fare troppa fatica. In questo frangente la difesa rodigina ha dimostrato di essere piuttosto solida e difficile da superare anche se è stata più brava a fermare i giocatori che il pallone che, infatti, è stato a lungo tra le mani degli emiliani. Lo sforzo del Valorugby Emilia, però, non ha prodotto il risultato sperato e così la squadra polesana ha potuto superare il difficile momento. Al 26' un penalty di Mantelli ha aumentato il vantaggio della FemiCz Rovigo e poco oltre la mezzora è arrivata l'attesissima quarta meta con l'azione forse più bella della partita, l'unica degna di nota nel corso della ripresa per la formazione rossoblù. Ad accendere il tutto è stato ancora una volta Antl (per le difese avversarie è sempre un pericolo e servono almeno due giocatori per fermarlo) che ha portato l'azione rossoblù oltre la linea del vantaggio. Sul proseguo una felice intuizione di Barion ha liberato Vian lungo l'out destro e il terza linea si è allungato per andare a segnare. Tutto molto ben fatto. A questo punto la partita non ha avuto molto altro da dire e la meta di Mordacci allo scadere, arrivata dopo una serie di percussioni del pack, ha premiato la generosità del Valorugby Emilia. Dal canto sua la FemiCz Rovigo prosegue la sua striscia positiva superando un avversario che potrebbe rivedere nei play off e mantenendo la testa della classifica assieme al Kawasaki Calvisano atteso al Battaglini tra qualche domenica.

Roberto Roversi

 

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini" – Domenica 17.02.2019
TOP12, XV GIORNATA
FEMI-CZ Rovigo v Valorugby Emilia 30-21 (22-7)

Marcatori: p.t. 1’ m. Costella tr. Gennari (0-7), 16’ m. Majstorovic tr. Mantelli (7-7), 19’ m. Vian non tr. (12-7), 22’ m. Majstorovic tr. Mantelli (19-7), 30’ c.p. Mantelli (22-7); s.t. 42’ m. Dell’Acqua tr. Gennari (22-14), 65’ c.p. Mantelli (25-14), 71’ m. Vian non tr. (30-14), 79’ m. Mordacci tr. Farolini (30-21)

FEMI-CZ Rovigo: Odiete; Barion, Majstorovic, Antl, Cioffi (5’-7’ Borin) ; Mantelli, Chillon; Ferro (cap.) (74’ Mantovani), Lubian, Vian (77’ Borin); Canali, Nibert (45’ Halvorsen); Pavesi (41’ D’amico), Momberg (41’ Cadorini), Brugnara (18’ Vecchini) (55’ Brugnara).
All. Properzi

Valorugby Emilia: Farolini (cap.); Costella (75’ Marzocchi), Paletta, Vaega, Gennari (72’ Caminati); Rodriguez, Panunzi; Amenta, Rimpelli (72’ Maghi), Mordacci (63’ Messori); Balsemin (13’-41’ Messori) (49’ Favaro), Dell’Acqua; Du Plessis (57’ Bordonaro), Gatti (41’ Festuccia), Muccignat.
All. Manghi

Arb. Luca Trentin (Lecco)
AA1: Stefano Pennè (Lodi) AA2: Francesco Russo (Milano)
Quarto Uomo: Marco Borraccetti (Forlì)
Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 4/6; Gennari (Valorugby Emilia) 2/3, Farolini (Valorugby Emilia) 1/1
Note: giornata mite e soleggiata, con circa 15 gradi e vento assente, terreno in buone condizioni. Presenti 1500 spettatori.

Prima del fischio d’inizio è stato osservato un minuto di silenzio in memoria di Franco Siligardi, ex allenatore del Club e delle giovanili rossoblù scomparso qualche giorno fa. È stato inoltre esposto lo striscione #TuttiConManuel, in sostegno di Manuel Bortuzzo, talento veneto del nuoto rimasto gravemente ferito in una sparatoria.

Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; Valorugby Emilia 0
Man of the Match: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo)

Questi i risultati della XV giornata di campionato:
Fiamme Oro Rugby v Kawasaki Robot Calvisano 13-31 (0-5)
Rugby Viadana 1970 v Mogliano Rugby 1969 24-22 (4-1)
Lafert San Donà v S.S. Lazio Rugby 1927 21-19 (4-1)
Verona Rugby v Argos Petrarca Padova 8-36 (0-5)
FEMI-CZ Rovigo v Valorugby Emilia 30-21 (5-0)
Valusugana Rugby Padova v Toscana Aeroporti I Medicei 13-23 (0-4)

La classifica di campionato:
Kawasaki Robot Calvisano, FEMI-CZ Rovigo 58; Argos Petrarca Rugby 54; Valorugby Emilia 53; Fiamme Oro Rugby 42; Toscana Aeroporti I Medicei 39; Rugby Viadana 1970, Lafert San Donà 29; Mogliano Rugby 1969 27; Verona Rugby 22; Valsugana Rugby Padova 18; S.S. Lazio Rugby 1927 12

Prossimo turno
sabato, 2 marzo 2019

Fiamme Oro Rugby - Valsugana Rugby Padova 
Toscana Aeroporti I Medicei - FEMI-CZ Rovigo

domenica, 3 marzo 2019
Valorugby Emilia - Rugby Viadana 1970
Mogliano Rugby 1969 - Verona Rugby 
Argos Petrarca Rugby - Lafert San Donà 
Kawasaki Robot Calvisano - S.S. Lazio R. 1927

Articolo di Domenica 17 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it