Condividi la notizia

RUGBY TOP12

Zambelli: “Vittoria meritata”. Mantelli migliore in campo

Per Leo Mantelli, mediano d’apertura della FemiCz Rovigo, non c’è soluzione per mantenere il primo posto “Se vogliamo giocare la finale in casa dobbiamo vincerle tutte”

0

ROVIGO - Non era scontato, il Valorugby si è presentato domenica 17 febbraio con tutte le carte in regola per ben figurare, e la partenza fulminea ne è la prova. Una squadra ostica per tutti, ma la FemiCz Rovigo ha mantenuto i nervi saldi imponendosi con merito e cinismo. Primo posto mantenuto per i Bersaglieri, una settimana di vacanza prima della ripresa del campionato, ed una iniezione di fiducia ulteriore.

Leggi la cronaca di FemiCz Rovigo - Valorugby
Leggi le interviste a Rodriguez, Properzi, Cioffi e Antl
Leggi l'articolo sul Centro Scherma Rovigo
Leggi l'articolo sullo striscione per Manuel
Leggi l'articolo sull'esultanza di Casellato

“Vittoria meritata. La prima meta loro è stata fulminea - ha commentato il patron Zambelli - ma dopo abbiamo preso le misure in quei tre minuti magici, inimmaginabili anche, che hanno capovolto e probabilmente anche stroncato un po’ le velleità loro (meta di Mastorovic, Vian e ancora Majstorovic). Qualche numero ce l’hanno, ma oggi non s’è tanto visto, siamo stati più bravi noi”.

Ora Zambelli crede nel primo posto in regular season, una vantaggio non indifferente per i playoff, una posizione non pronosticatile dopo l’avvio stentato della squadra di Casellato “Quelle tre sconfitte di inizio campionato che ci hanno un po’ tagliato le gambe, però poi abbiamo recuperato magnificamente con tutte le vittorie esterne, ora devono esserci restituite alcune attese. Con il Calvisano, il nostro magnifico avversario, il primato ce lo giochiamo in casa. Ho fiducia per il campionato”. 

Scaramanzie e rituali che da quando Zambelli è ritornato al comando della società si ripetono ogni partita. Pranzo con la squadra che porta bene. “Con Calvisano ci giochiamo anche la Continental Shield, tre incontri importanti tra coppa e campionato”.

A premiare il man of the match Leonardo Mantelli anche Roberto Perin, in questi giorni è uscito il libro dedicato al figlio Nicola prematuramente scomparso. “Il mediano di Dio” scritto da Cristian Bonaldi era in vendita con un banchetto all’ingresso della tribuna Lanzoni (LEGGI ARTICOLO) .

“A Mogliano è stata una partita difficile per tutti.  Non ho giocato bene io, non ha giocato bene tutta la squadra. Oggi a differenza di domenica scorsa, abbiamo dovuto prendere meta all’inizio, ma poi abbiamo reagito benissimo”. 

Sono le parole di un Leo Mantelli che contro il suo amico Luciano Rodriguez era particolarmente ispirato domenica 17 febbraio. Un gioco diverso quello di Casellato che forse ha faticato un po’ a mettere in pratica, ma contro il Valorugby il mediano d’apertura ha offerto una prestazione quasi impeccabile. “Le percentuali al piede di quest’anno non sono le stesse dello scorso campionato, purtroppo quei calci erano difficili, e può succedere, la settimana scorsa è stato un disastro. Oggi no, sono partito meglio, comunque è un po’ il momento, magari gioco meglio alla mano e meno al piede. L’anno scorso era un gioco molto diverso, giocavamo cercando   i calci di punizione e i pali, quest’anno riusciamo a segnare tante mete per cui anche se sbaglio un calcio o due non cambia nulla. Adesso c’è una settimana di vacanza, poi ci aspetta Firenze con una partita difficilissima, come tutte quelle successive. Se vogliamo giocare la finale in casa dobbiamo vincerle tutte, non dobbiamo lasciare punti a nessuno”.

Giorgio Achilli

Articolo di Domenica 17 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it