Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI ROVIGO

L'ultimo bluff del sindaco Massimo Bergamin

Nessuna ruspa è attesa in piazzale Di Vittorio per l'ex biglietteria. Il sindaco comunica il falso alla cittadinanza in quanto il nastro rosso non è indice di alcun avvio di cantiere di demolizione

0
Succede a:
ROVIGO - Quando l'acqua arriva alla gola forse è il caso di cominciare a nuotare, si dice, ed è un motto che vale per tutti, anche per il sindaco di Rovigo Massimo Bergamin.
In una nota inviata in mattinata, corredata anche da una sua dichiarazione trionfalistica (LEGGI ARTICOLO), Bergamin scrive testualmente, nel titolo della comunicazione: "Partito il cantiere per inizio lavori demolizione ex biglietteria Di Vittorio".

La notizia è falsa, purtroppo.


Il nastro rosso che è visibile non rispetta alcun regolamento sulla normativa della sicurezza dei cantieri, come per esempio la n.81 del 2008, non è una recizione di cantiere perchè semplicemente non è un cantiere.
Quel nastro individua una zona di potenziale pericolo, due gradini ormai sdrucciolevoli e parzialmente demoliti, da cui è bene stare lontani.


La notizia, positiva, che il sindaco Bergamin ha voluto comunicare in maniera poco corretta alla stampa deriva probabilmente dalla consapevolezza che oggi, giovedì 21 febbraio 2018, potrebbe essere il suo ultimo giorno da sindaco.
Articolo di Giovedì 21 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it