Condividi la notizia

ELEZIONI LENDINARA

Viaro: “Ringrazio il Pd ma nessun accordo è stato ancora fatto”

La mossa del partito di centrosinistra ha colto tutti di sorpresa e lo stesso primo cittadino spiega che gli interlocutori saranno i coordinatori dei gruppi di Iniziativa civica dei moderati

0
Succede a:

LENDINARA (ROVIGO) - Una stima e un supporto quelli manifestati dal Pd (LEGGI ARTICOLO) che sono stati apprezzati dal primo cittadino uscente di Lendinara, Luigi Viaro, responsabile degli enti locali per Forza Italia: “Lo scopo di questa mia giunta era proprio quello di agire per il bene dell’intera comunità di Lendinara e sono lieto che sia stato colto anche dall’opposizione – spiega il sindaco - In questi anni abbiamo già agito per creare una classe dirigente matura e seria, frutto di una responsabile collaborazione tra tutte le parti della comunità. In un città che vuole essere punto di riferimento anche per l’esterno e per la provincia, il dialogo con i partiti è sicuramente indispensabile: questo comunicato di supporto è un buon segnale che va in questa direzione”.

Ma, allo stesso tempo, Viaro ribadisce che nessun accordo elettorale è stato preso o siglato con il Pd e che per il futuro di Lendinara sta lavorando un’intera squadra, quella di Iniziativa civica dei moderati: “L’interlocutore con cui parlare per la costruzione della nuova classe dirigente e quindi della nuova lista non sono io, ma i gruppi civici di maggioranza che per questi anni hanno lavorato con impegno e stanno lavorando ancora proprio con questo scopo. Non sono il tipo di sindaco o futuro candidato che decide tutto in autonomia, tutto il mio operato è stato realizzato grazie al lavoro di una squadra. Gli interlocutori con cui aprire il dialogo, quindi, sono i coordinatori dei gruppi di Iniziativa civica dei moderati, che sono già al lavoro per proseguire quanto costruito in questi anni nel migliore dei modi”.

Ed è proprio il coordinatore uscente, Francesco Azzi a confermare le parole del sindaco affermando di essere stato colto di sorpresa dalla comunicazione e dagli attestati di stima del partito di centrosinistra: “Al termine del consiglio comunale ci troveremo, come gruppo di Icm, assieme al sindaco e parleremo per capire come sia uscita questa cosa”. Non vi è alcuna preclusione da parte di Azzi: “Faremo un giro senza scartare nessuna idea o possibilità”. Certo è che si vorrebbe capire l’accaduto: “Se si va a vedere un articolo di un anno fa sembrava che Viaro fosse di un’altra pasta (per il Pd, ndr) adesso dicono che Viaro è il più bravo di tutti. Vorrei sentire il sindaco stesso con cui non ho ancora avuto modo di parlare”. 

Si cerca quindi di capire se gli accordi o i giochi fossero già fatti a insaputa di tutti (e qui un piccolo indizio potrebbe arrivare dalla nomina di Loris Corà in quota Pd nel cda della Casa di riposo o se sia realmente scoppiata la pace tra il sindaco e il partito di centrosinistra. 

Articolo di Giovedì 28 Febbraio 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it