Condividi la notizia

URBANISTICA TAGLIO DI PO (ROVIGO)

Taglio di Po si prepara a cambiare volto con il Piano degli interventi

L’assessore Marangoni ha illustrato il documento programmatico preliminare che fa partire l’iter che andrà a sbloccare molte situazioni rimaste sino ad ora in sospeso

0
Succede a:

TAGLIO DI PO (ROVIGO) - “Con l’illustrazione del documento programmatico preliminare si dà inizio ufficialmente all’iter per la redazione del primo Piano degli interventi o Piano del sindaco del Comune di Taglio di Po - esordisce l’assessore all'urbanistica del Comune di Taglio di Po, Davide Marangoni - “senza questo strumento tutto quello fatto fino ad ora non può che rimanere nient’altro che carta e nulla più. Questo strumento darà attuazione alle diverse strategie contenute nel Pat e sbloccherà diverse situazioni rimaste congelate fin da troppo tempo”. Marangoni, infatti, ricorda che il Pat adottato nel 2010 è stato approvato nel 2017, ben sette anni dopo. 

Il documento che è stato illustrato durante il consiglio comunale indica precise strategie urbanistiche e ha allineato le linee programmatiche del mandato amministrativo (2017 - 2022) con tutte le norme del Pat al fine di avere uno strumento urbanistico coerente. Il nuovo piano degli interventi spazierà dal sistema paesaggistico ambientale, che terrà conto delle bellezze naturali e architettoniche del territorio, al sistema insediativo, che disciplinerà tutto ciò che è stato edificato e quello da edificare (sia residenziale che produttivo), fino al sistema relazionale, che riguarda tutto ciò che è mobilità, sia lenta che carrabile, ha spiegato l’assessore. 

Il prossimo Piano degli interventi” prosegue Marangoni “non avrà l’ambizione di voler creare cattedrali nel deserto o strategie utopistiche, ma si distinguerà per la sua concretezza. Infatti è nostra intenzione coinvolgere fin da subito portatori d'interesse come ditte, società, associazioni e cittadini affinché possano dare il loro contributo. È nostra volontà quello di ricercare le reali esigenze dei privati e metterle a sistema al fine di concretizzare quelle azioni strategiche contenute nel Pat che potranno avere un importante ricaduta sociale. Infatti come primo passo l’amministrazione pubblicherà un avviso pubblico per ottenere proposte e idee che saranno opportunamente valutate e, se meritevoli di essere accolte, diventeranno parte integrante del Piano degli interventi. I prossimi mesi saranno particolarmente importanti perché si andrà a delineare il nuovo strumento che sarà condiviso e partecipato”. 

L’assessore Davide Marangoni conclude affermando che “a riguardo non nascondo che la mia intenzione e quella della giunta comunale, è di arrivare a portare in consiglio comunale l’adozione del Piano a giugno e di approvarlo subito dopo l'estate non appena saranno decorsi i tempi di pubblicazione stabiliti dalla legge regionale”.

Articolo di Lunedì 4 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it