Condividi la notizia

FURTI AUTO ROVIGO

[VIDEO] Veicoli rubati su commissione, raffica di perquisizioni

L’indagine ha toccato anche il Polesine, auto e mezzi commerciali rubati e portati dalla Sicilia in Libia via Malta

0
Succede a:

ROVIGO - L’’operazione “Coast to Coast”  della polizia ha fatto emergere un fenomeno criminale che spiega l’origine di molti furti di veicoli. Secondo le stime degli investigatori, sarebbero 36 i veicoli rubati e diretti in Libia attraverso i porti di Pozzallo, Augusta, Catania, Palermo, Salerno e Napoli, per un valore complessivo  di circa un milione di euro. 

Impegnati nelle perquisizioni 150 uomini della polizia appartenenti alla questura di Ragusa, al reparto Prevenzione crimine di Catania e alla polstrada di altre città interessate dall'inchiesta: Siracusa, Roma, Reggio Calabria, Caltanissetta, Agrigento, Pistoia, Gorizia, Crotone, Rovigo e Cinisello Balsamo. Accertamenti sono in corso nei confronti di un deposito con migliaia di pezzi di ricambio a Francofonte, nel Siracusano.

 

Dalle indagini della Stradale di Ragusa, risulta che i ladri, attraverso la mediazione di cittadini maltesi, venivano contattati da commercianti libici i quali commissionavano mezzi di varia natura, naturalmente a prezzi di molto inferiori al valore di mercato, per poi trasferirli, attraverso vari porti italiani, in Libia, passando da Malta. 

Auto e mezzi commerciali rubati e portati dalla Sicilia in Libia via Malta, quaranta persone indagate, più di 30 veicoli  sequestrati mentre stavano per lasciare il porto di Pozzalo e da lì, via Malta, raggiungere la Libia. Sgominato un sodalizio internazionale di tre bande specializzate in riciclaggio, furto e ricettazione di veicoli commerciali.

 

Articolo di Mercoledì 6 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it