Condividi la notizia

POLITICA ADRIA (ROVIGO)

“Gli emendamenti di Cavallari presentano forti criticità”

Le liste civiche di maggioranza rispondono alle perplessità della minoranza sulle scelte urbanistiche operate dall’amministrazione 

0
Succede a:

ADRIA (ROVIGO) - “Questa amministrazione non ha applicato nessuna differenza sociale nelle scelte urbanistiche e la rateizzazione del contributo con saldo al momento di inizio lavori, proposta dal consigliere Cavallari all’ultimo minuto in consiglio comunale, ha aspetti di possibili criticità e non solo” replicano i rappresentanti delle liste civiche Ibc, SiamoAdria, Adria Civica.

“Se i consiglieri di minoranza Baruffaldi, Spinello e Cavallari avessero avuto a cuore le loro proposte, avrebbero potuto presentarle per tempo in commissione, per poterle discutere insieme con calma con l’organo tecnico e con l’organo politico competente per approfondirne i diversi aspetti e le conseguenze non limitandosi a spot demagogici. Hanno scelto infatti di presentarle durante il consiglio comunale, dando solo 10 minuti di fatto al dirigente, convocato in via precauzionale e alla parte politica per decidere. Se il dirigente non fosse stato presente l’emendamento non sarebbe stato ammissibile”.

I rappresentanti delle liste civiche spiegano che il giorno dopo, a mente lucida, riguardando gli emendamenti proposti col segretario comunale, “ci siamo soffermati proprio sulla proposta di Cavallari, individuando elementi che possono rilevarsi molto critici, forieri di incertezze e possibili speculazioni. Se il proprietario aliena il bene prima della richiesta di permesso a costruire chi è tenuto a pagare la rata collegata a detta scadenza?”.

Anche sugli altri emendamenti proposti sono rimasti pesanti dubbi da parte dei consiglieri di maggioranza “circa la possibilità di realizzazione degli stessi dai nostri consiglieri ed assessori ingegneri, pur rispettando il parere espresso dal dirigente presente. Pensiamo che il consigliere Cavallari, se tiene al suo ruolo istituzionale ed alla sua efficacia, dovrebbe dedicare più tempo a discutere nelle apposite sedi, se poi i suoi impegni lavorativi lo obbligano su altri fronti non è colpa nostra, se in occasioni come queste raccoglie e porta un emendamento senza le necessarie verifiche preventive sulla fattibilità dello stesso”.

Articolo di Venerdì 8 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it