Condividi la notizia

POLITICA ADRIA (ROVIGO)

Cavallari: “Il sindaco ha delle scarpe-ventosa per arrampicarsi sugli specchi”

Il consigliere di minoranza torna sulla questione urbanistica accusando la maggioranza di non rispondere punto su punto alle sue contestazioni

0
Succede a:

ADRIA (ROVIGO) - “Barbierato dovrebbe ringraziare la Befana che nello spettacolo del 6 gennaio gli ha regalato delle belle scarpe-ventosa, perché adesso le arrampicate sugli specchi gli vengono bene davvero”. Inizia ironico il consigliere Lamberto Cavallari sulla questione urbanistica (LEGGI ARTICOLO), ma la sua replica alla maggioranza è durissima.

“Vedo con piacere che, come altre volte in passato, la maggioranza rifiuta di rispondere alle mie contestazioni punto per punto come si fa nella dialettica non solo politica e si permette di preoccuparsi con arroganza dei miei impegni personali, quasi si trattasse di qualcosa che la riguarda anche solo lontanamente. Non solo una questione di stile, forse anche una questione di carenza di argomenti”.

Secondo Cavallari la maggioranza non affronta la contraddizione fra le dichiarazioni del consigliere Bonato in consiglio comunale,  che ha spiegato che il contributo non è stato alzato oltre il 50%, come fatto da altri comuni, per non penalizzare l’edilizia, e quelle rese in seguito a mezzo stampa per poi allinearsi al sindaco e alla consigliera Mazzucato, sostenendo di essere un convinto sostenitore anti-cementificazione.

E’ inutile - sostiene il consigliere di minoranza - il tentativo del sindaco di dipingerci come degli inetti: nel corso della giornata ci sono stati dei contatti e alcune proposte erano già state fatte in commissione. Io stesso nella mattina avevo incontrato l’assessore Terrentin,  discutendo su alcuni punti e ad esempio l’accordo sull‘estensione alle polizze assicurative oltre che a quelle bancarie era stato raggiunto e comunicato poco prima del consiglio. Su altri argomenti abbiamo chiesto in consiglio se era possibile presentare emendamenti e il presidente Bisco, espressione della maggioranza, ha confermato questa possibilità, con riserva di farli valutare al tecnico che li ha definiti ammissibili. Di cosa ci accusano dunque? “.

“Che poi il segretario comunale passi sopra a un dirigente dell’urbanistica - prosegue Cavallari - avrebbero fatto meglio a mantenerla come notizia interna; ma lo stile non si inventa su due piedi. Che poi lo stesso sollevi dubbi qualora nel frattempo il terreno venga venduto fa sorridere: sarebbe stato sufficiente prevedere il saldo in caso di vendita”.

Il consigliere invita quindi il sindaco a preoccuparsi più  dei suoi impegni lavorativi e su altri fronti, “che non ti riguardano, visto anche che io non vivo di politica, impegni per i quali ho imparato ad organizzarmi da prima che tu diventassi consigliere comunale e smettila di accusarmi di non documentarmi. Invece abbi il coraggio di rispondere con argomentazioni e ragionamenti alle mie contestazioni, per una volta, oppure metti da parte la tua  finta modestia e ammetti di aver sottovalutato il problema”.

Articolo di Sabato 9 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it