Condividi la notizia

CONSIGLIO COMUNALE ADRIA (ROVIGO)

Documento per stoppare il Csa di Sandra Passadore. Nessun progetto per il futuro con questo cda

Omar Barbierato incassa la doppia assenza di Sandra Pasadore e del prefetto Maddalena De Luca. Seduta-fiume di oltre 4 ore in consiglio comunale ad Adria sul Centro servizi anziani

0
Succede a:

ADRIA (ROVIGO) - Nonostante il doppio rifiuto a partecipare al consiglio comunale monotematico indetto ieri, giovedì 8 marzo, da parte della presidente del Csa, Sandra Passadore e del prefetto di Rovigo, Maddalena De Luca (LEGGI ARTICOLO), il sindaco Omar Barbierato prova a vincolare il cda attraverso un documento che “blocchi” possibili azioni rivolte al futuro. Difficile dire se tale documento sortirà qualche effetto o se, invece, creerà solo ulteriore frustrazione politica.

 “Ringrazio i consiglieri comunali per la serietà e il senso di responsabilità che hanno dimostrato ieri sera, nel corso della lunga seduta pubblica tematica sul Centro servizi anziani. Di fronte alle  problematiche relative alla struttura di riviera Sant’Andrea c’è stata la capacità di confrontarsi e di trovare soluzioni condivise”.

“Ho proposto alcune soluzioni che dopo attenta discussione hanno preso forma - prosegue il primo cittadino - In primis, ogni movimento e partito aderirà e collaborerà alla preparazione della manifestazione del 23 marzo prossimo insieme ai sindacati”.

Come altra soluzione il sindaco spiega di voler proporre un documento chiedendo al cda di non prendere decisioni in questi mesi che possano impegnare per il futuro l’ente, visto che sono in scadenza. “Lavoreremo in seconda commissione sulle osservazioni fatte dai familiari degli ospiti e sul tavolo sanità allargato a tutti i partiti e associazioni sulle questioni che riguardano la regione come gli standard lavorativi e la riforma delle Ipab”. Barbierato afferma come vi sia molta carne al fuoco ma anche la volontà di cuocerla insieme. Il consiglio comunale è terminato nel momento in cui il presidente del consiglio ha chiesto di rispettare i tempi di esposizione dei consiglieri, visto  che i temi erano stati trattati abbondantemente oltre 4 ore.

“L’impegno ora - conclude Barbierato - è quello di trovarsi nella riunione dei capigruppo per condividere in un documento le proposte fatte durante la seduta pubblica di ieri sera”.
La consigliera regionale Patrizia Bartelle chiede il commissariamento della struttura come extrema ratio per allontanare la presidente, Sandra Passadore (LEGGI ARTICOLO). 

Articolo di Sabato 9 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it