Condividi la notizia

LIBRO ADRIA (ROVIGO)

Gianni Vidali porta i racconti dell'Argine nella città etrusca

Prosegue il tour di presentazione del testo in cui viene raccontato il Polesine di una volta. L'appuntamento è sabato 16 marzo ad Adria in sala Cordella con Diego Crivellari, Luigi Migliorini e Luciano Scarpante

0
Succede a:

ADRIA - Nuovo appuntamento letterario, sabato 16 marzo ad Adria in sala Cordella alle 16.30, patrocinato dall’amministrazione comunale, con la presentazione del libro di Gianni Vidali “L’Argine racconta”.

Dopo il successo della presentazione, con ampia presenza di pubblico, avvenuta in Provincia e al comune di Porto Tolle, Vidali si accinge a presentare la sua opera al responso del pubblico adriese, sempre molto attento e sensibile alle attività culturali.

Nel pomeriggio letterario spetterà al sindaco Barbierato e alla consigliera Trombin portare i saluti ai convenuti e a presentare gli ospiti. Altra figura istituzionale sarà Ivan Dall’Ara, presidente della Provincia, nonché primo cittadino di Ceregnano, noto per essere stato il primo sindaco in Italia ad avere istituito l’assessorato alla “felicità”. Assieme all’autore Gianni Vidali, sarà presente Diego Crivellari, ex parlamentare, scrittore, docente e consulente editoriale, che illustrerà e commenterà alcuni aspetti del libro assieme a Luciano Scarpante, artista e pittore portotollese autore di quadri, bozzetti e opere che hanno come sfondo paesaggi e personaggi del Delta, proprio come quelli narrati nel libro di Gianni Vidali che porta in copertina una delle sue illustrazioni.

Seguirà un intervento dell’avvocato Luigi Migliorini noto uomo di legge conosciuto in tutto il Veneto per il suo passato politico, nonché editorialista, scrittore e collaboratore giornalistico. Attesa è la sua recensione nel merito del libro, in quanto oltre ad essere uomo di cultura, è una figura stimata e apprezzata per il suo modo bizzarro e folcloristico nel commentare le opere.

Anche in quest’occasione Vidali ha tenuto a rimarcare i contenuti del suo libro, che sono in larga parte autobiografici ma che non lesina a descrivere luoghi e a raccontare storie di vita di altri suoi compaesani che, nel loro piccolo, hanno rappresentato un pezzo di storia delle genti del Delta.

Articolo di Martedì 12 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it