Condividi la notizia

TEATRO BALLARIN LENDINARA (ROVIGO)

Rullo di tamburi per la finalissima di Polesine In Canto 

Presentato il gran galà. Il big Riccardo Zanellato decreterà il vincitore della borsa di studio su 15 studenti in canto lirico. Pubblico coinvolto che voterà il suo beniamino. Sinergia di sponsor e la certezza che sarà un evento che durerà nel tempo  

0
Succede a:

LENDINARA (RO) - Nella bellissima biblioteca comunale ”Gaetano Baccari", il 14 marzo, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione della finalissima di “Polesine In Canto”, con la rassegna dei giovani partecipanti alla borsa di studio di canto lirico che sarà assegnata dal big della lirica Riccardo Zanellato. Gli studenti dei conservatori Buzzola di Adria, Venezze di Rovigo o residenti in Polesine ma iscritti in altri conservatori italiani, si sfideranno durante la maratona lirica sul palco del teatro Ballarin di Lendinara sabato 23 marzo alle ore 21. Tutti 15 under 28 partecipanti canteranno un’aria: chi tratta da opere ispirate a Venezia, chi di compositore veneto o polesano e chi dal famoso repertorio del belcanto.

Giorgia Cavaliere, Sara Fogagnolo, Massimo Frigato, Alessandro Guerrieri, Haoran Yang, Silvia Porcellini, Elene Sanadze, Chen Tan, Qianhui Sun, Xengiu Zhu, Kailin Xu, Stefano Spedo, Biancamaria Tivelli, Kimberly Tiengo, e Yuxuan Wang sono gli under 28 partecipanti: uno di loro vincerà la borsa di studio Polesine In Canto - Riccardo Zanellato.

Nella presentazione, il sindaco Luigi Viaro ha sottolineato che questa rassegna rientra in un progetto che sarà calendarizzato tutti gli anni, per dimostrare la capacità di questa città di valorizzare il proprio patrimonio culturale. In questo caso la sfida intrapresa è quella di riportare la lirica di prestigio a Lendinara. “Crediamo nei giovani e quindi abbiamo scelto di farlo con gli studenti in canto lirico” ha spiegato Luigi Viaro che ha ringraziato gli ideatori di questo ambizioso progetto che porta gli studenti sul palcoscenico a confrontarsi con i professionisti Riccardo Zanellato, assieme al maestro Marco Pucci Catena.

Non poteva mancare il ringraziamento agli sponsor e a tutti quelli che hanno creduto nell’iniziativa sostenendola a vario titolo: il Comune e la Pro-loco di Lendinara, i Conservatori Venezze di Rovigo e Buzzolla di Adria, la Regione Veneto, Rovigobanca, il Rotary club Altopolesine, la Fondazione per lo sviluppo del Polesine, la Fondazione Banca del Monte di Rovigo e la Provincia di Rovigo e Fondazione Rovigo cultura per il patrocinio.

“Il vero risveglio culturale non si crea con l’antitesi ma con la sinergia delle forze in campo” ha terminato Viaro, che ha ricordato lo sforzo dell’amministrazione nell’applicare “un prezzo modico di soli 5 euro per il pubblico, come segno di attenzione alle famiglie”. 

Claudio Martello, presidente della Pro Loco, si è associato affermando: “Quando serve La promozione del territorio, la Pro Loco c’è”.

Irene Lissandrin, presidente del comitato del teatro Ballarin e ideatrice dell’impresa ha esordito: “Siamo felicissimi, ce l’abbiamo fatta, dopo nove mesi di preparazione il progetto Polesine In Canto oggi diventa realtà”. Oltre alla borsa di studio Zanellato, finanziata da RovigoBanca e a quella del pubblico votante, messa a disposizione dal Rotary club Altopolesine, Lissandrin ha annunciato due premi aggiuntivi: la Compagnia del BelCanto di Milano selezionerà un cantante ingaggiandolo per la loro prossima stagione invernale, mentre il vincitore parteciperà al concerto inaugurale il 6 aprile  della Settimana Serafiniana di Cavarzere.

Il maestro Marco Pucci Catena, curatore artistico dell’evento e della selezione dei ragazzi, ha enfatizzato la straordinarietà di questa “iniziativa che non ha eguali al mondo: ovunque si chiede un costo dell’iscrizione qui, invece, no; in questo caso i giovani debuttano con i consigli dei professionisti di riferimento gratuitamente”. Da questa considerazione, il Maestro ha rivolto un appello affinché agli sponsor sappiano cogliere l’importanza di progetti duraturi come questo, capaci di costituire un volano per l’economia locale, rispetto alle manifestazioni estemporanee. 

Oltre al basso Riccardo Zanellato, artista di fama internazionale dal curriculum impressionante, tra gli ospiti ci saranno Gioia Crepaldi, soprano primo premio Voci verdiane nel 2018, il soprano Silvana Froli, il mezzosoprano Leonora Sofia. L’accompagnamento musicale al pianoforte sarà di Silvano Zabeo già collaboratore di Claudio Abbado. Tutti parteciperanno in maniera gratuita!

Infine si ricorda che, se Zanellato sarà il Giudice assoluto della borsa di studio Polesine In Canto finanziata da Rovigo Banca, il pubblico sarà chiamato a votare il proprio beniamino per la seconda borsa di studio, Lendinara In CANTO, messa a disposizione dal Rotary club Altopolesine.

Presente all’incontro Pietro Frigato, giovane compositore di Rovigo, che ha scritto appositamente per Polesine in Canto l’aria che canterà il fratello Massimo alla finalissima, ispirata alla poesia di Gino Piva “El passo sul Canalbianco”.  

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Venerdì 15 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it