Condividi la notizia

SCUOLA ADRIA (ROVIGO)

"Inutile additare me, con me alla guida la scuola è sempre sopravvissuta"

L'ex primo cittadino Massimo Bobo Barbujani, tirato in causa dal sindaco Omar Barbierato e dal Comitato La matita di Teresa, respinge ogni addebito

0
Succede a:

ADRIA (RO) - “Se l’amministrazione precedente, attraverso i suoi rappresentanti, non perdeva occasione per ribadire pubblicamente l’inevitabile chiusura di Baricetta,..” questo è quanto viene sostenuto dal Comitato “La matita di Teresa” nel suo ultimo comunicato apparso, in questi giorni, nella stampa locale (LEGGI ARTICOLO).

“In nessuna seduta pubblica, in nessun incontro politico-amministrativo, in nessun documento l’amministrazione da me guidata ha paventato, affermato o supportato la chiusura della scuola primaria “Madre Teresa di Calcutta” della frazione di Baricetta” a spiegare è l’ex sindaco Massimo Barbujani.

“Nel corso dei miei mandati, io stesso, in collaborazione con la direzione dell’Istituto comprensivo Adria Due, ho organizzato incontri aperti alla cittadinanza alla presenza del compianto dirigente reggente Luigi De Perini e, successivamente, del dirigente reggente Fabiano Paio in veste anche di consigliere comunale con delega all’Istruzione.

Più volte ho chiesto e ottenuto di incontrarmi con il dirigente dell’Ufficio scolastico provinciale, Andrea Bergamo, per parlare della situazione del plesso e perorare l’importanza della scuola per l’intera comunità di Baricetta. Spiace constatare che attacchi e accuse rivolte al governo delle amministrazioni da me guidate non considerino una grande realtà: in nove anni la scuola è riuscita a sopravvivere nonostante la continua diminuzione delle iscrizioni e le richieste di trasferimento ad altre sedi espresse da alcune famiglie”.

“Se la mia compagine politica avesse avuto reale intenzione di chiudere la scuola, lo avrebbe sicuramente, e senza grosse difficoltà, fatto. A suffragare tale affermazione basti pensare al percorso politico, piuttosto semplice, che negli anni ’90, in presenza di maggiori risorse economiche, a livello di bilanci, e umane, relativamente alla natalità, condusse alla chiusura dei plessi di Fasana e di Ca’ Emo”. Per quanto concerne, invece, i continui rimandi al passato espressi dall’attuale sindaco (LEGGI ARTICOLO), Barbujani sottolinea: “Il Sindaco evidenzia di aver effettuato, in pochi mesi, quanto non svolto in nove anni sopperendo, così, a suo dire, a gravi mancanze delle mie amministrazioni. Nell’affermare ciò, si riferisce alla promessa di garantire il trasporto alle famiglie residenti a Valliera, Ca’ Emo, Fasana in direzione Baricetta, permettendo così l’iscrizione e la frequenza dei loro bambini presso la scuola primaria di Baricetta.

Ebbene chiedo al Sindaco su quali basi ha ritenuto opportuno offrire tale servizio. Tale promessa nasce forse da un’esigenza espressa dall’utenza? A giudicare dal vero e proprio “flop” della sua proposta, direi sinceramente di no. Nessuna famiglia di Baricetta, di Ca’ Emo, di Valliera o di Fasana ha ritenuto di iscrivere il proprio figlio presso la Scuola di Baricetta”. Barbujani afferma infatti che in passato, nessuno aveva inoltrato, presso l’Ufficio scolastico amministrativo, alcuna richiesta in tal senso.

"A dirla tutta, in compenso la mia amministrazione, dinanzi alle richieste di una famiglia incapace, per gravi e motivate difficoltà, di garantire il trasporto del proprio figlio e, quindi, la frequenza scolastica, non avrebbe atteso dieci giorni, e soprattutto un brutto articolo apparso sulla stampa, per risolvere il problema. Senza ombra di dubbio, regolamento o non regolamento, nell’arco di ventiquattro ore, sarebbe stata in grado di fornire il servizio provvisorio di scuolabus ad un bambino di nove anni garantendo, cosa doverosa per un amministratore, l’assolvimento dell’obbligo scolastico. Sento, infine, di dover sottolineare che allo stato attuale la scuola di Baricetta funziona regolarmente; nessuno, almeno che io sappia, è intenzionato alla sua chiusura".

Articolo di Venerdì 15 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it