Condividi la notizia

USURA ROVIGO

Rubens Pizzo ai domiciliari, nelle prossime ore il giudice decide

Interrogatorio di garanzia per il re della movida rodigina, il Pm contrario alla revoca degli arresti domiciliari, il giudice per le indagini preliminari deciderà al massimo entro sabato mattina

0
Succede a:

ROVIGO - “Abbiamo chiarito la nostra posizione di fronte al Giudice”, l’avvocato Michele Brusaferro non si sbottona dopo l’interrogatorio di garanzia di Rubens Pizzo accusato di usura e agli arresti domiciliari da sabato 16 marzo (LEGGI ARTICOLO). 

Una indagine portata avanti dal nucleo investigativo dei Carabinieri del maggiore Nicola Di Gesare che ha portato anche all’arresto di Pietro Gianella, 52 anni, pescatore di Goro. Due posizioni distinte, ma il reato contestato è lo stesso, secondo gli investigatori avrebbero prestato soldi a tassi elevatissimi. Nella fattispecie per Pizzo il prestito ad una imprenditrice polesana, ma operante nel bolognese, è di ben 60 mila euro, e secondo la Procura il tasso richiesto è del 200%.

Udienza che si è tenuta in Tribunale a Rovigo venerdì 22 marzo nel massimo riserbo, e che è durata poco meno di un’ora. Rubens Pizzo era accompagnato dai propri avvocati Dania Pellegrinelli. e Michele Brusaferro che hanno chiesto la revoca della misura cautelare. Il Pm Sabrina Duò ha espresso parere negativo alla richiesta della difesa, sarà il giudice per le indagini preliminari Silvia Varotto a decidere. Lo farà verosimilmente nelle prossime ore, al più tardi sabato mattina. L’altro indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Articolo di Venerdì 22 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it