Condividi la notizia

SICUREZZA ROSOLINA (ROVIGO)

Fois: “Cittadini esasperati, il sindaco attivi il controllo di vicinato”

La consigliera di minoranza propone anche un utilizzo effettivo delle telecamere che possono essere un deterrente contro i ladri

0
Succede a:

ROSOLINA (RO) - “Serve far qualcosa di concreto per tranquillizzare i cittadini di Rosolina”. La consigliera di minoranza del Comune di Rosolina e capogruppo di “Fulvia Fois Idea per Rosolina” chiede a gran voce a sindaco e giunta di Rosolina l’istituzione del “controllo di vicinato” e il controllo dei varchi in entrata e uscita su tutto il territorio comunale oltre ad un corretto ed effettivo utilizzo delle telecamere quale deterrente per un’ondata di furti e rapine che stanno esasperando la popolazione.

“La sicurezza è una condizione imprescindibile per garantire ai cittadini il pieno esercizio delle libertà riconosciute dal nostro ordinamento giuridico, in forma individuale e collettiva - spiega la Fois nella sua mozione a sindaco e giunta - E’ indubbio che il mantenimento di adeguati livelli di sicurezza rappresenta un fattore determinante per lo sviluppo sociale ed economico del territorio oltre che un fondamentale parametro di valutazione della qualità della vita di una comunità”. 

Fois ha rilevato che negli ultimi mesi stanno avvenendo con sempre maggiore frequenza, come da notizie dei giornali e dai racconti di altre persone o anche per esperienza personale, accadimenti quali furti, truffe eccetera, con la conseguenza che forte si è radicato nei cittadini il convincimento che questi fenomeni siano difficili da controllare anche da parte delle forze dell’ordine.

“I cittadini di Rosolina sono esasperati e la sensazione diffusa è quella della mancanza di controllo e tutela effettiva del territorio e degli abitanti - spiega Fulvia Fois - i quali pretendono, giustamente di veder tutelata la propria sicurezza. Per evitare che si incominci a pensare ad una tutela in proprio della propria sicurezza con il rischio di generare situazioni ben peggiori rispetto a quelle subite sino ad ora, si chiede si possa coinvolgere la cittadinanza in un controllo del territorio per aiutare le forze dell’ordine a prevenire gli episodi criminosi mediante l’organizzazione e gestione del cosiddetto “Controllo del vicinato” nonché con il controllo con telecamere dei varchi in entrata e uscita da tutto i territorio comunale e la messa in funzione immediata delle telecamere  presenti sul territorio con loro implementazione se necessaria”.

Il “Controllo di vicinato” prevede l’auto-organizzazione tra vicini per controllare l’area intorno alle proprie abitazioni. L’attività dei gruppi di “Controllo del vicinato” viene segnalata da appositi cartelli che hanno lo scopo di comunicare a chiunque passi nell’area che la sua presenza non passerà inosservata e che il vicinato è attento e consapevole a ciò che avviene all’interno della propria area.

Il programma prevede, oltre alla sorveglianza della propria area, l’individuazione delle vulnerabilità ambientali (anche in tema di abbandono di rifiuti) e comportamentali che rappresentano sempre delle opportunità per gli autori di reato. Per questo motivo Fulvia Fois chiede al sindaco l’immediata attivazione e pubblicizzazione del progetto oltre all’attivazione dello stesso nei Comuni vicini “in modo da dare un miglior risultato in quanto porterebbe allo spostamento dei soggetti criminali nelle zone limitrofe”. In questo senso la Fois ha presentato una mozione che dovrà essere discussa nel prossimo consiglio comunale. “Basta parole ma fatti a tutela di tutti i cittadini e del territorio di Rosolina”.

Articolo di Martedì 26 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it