Condividi la notizia

CALCIO GIUSITIZA SPORTIVA

Offese e sputi al giudice di linea donna, mazzata per il Porto Viro

Le prossime due gare interne dovrà disputarle a porte chiuse il Porto Viro, i tifosi hanno minacciato con insulti di estrema volgarità il giudice di linea donna

0
Succede a:

PORTO VIRO (RO) - Due giornate a porte chiuse per il Porto Viro che domenica 24 marzo ha pareggiato in casa 1-1 contro il Vigolimenese nel campionato di Promozione (LEGGI ARTICOLO) 

Durissimo il comunicato ufficiale del 27 marzo del Giudice spotivo: “Durante l'intero secondo tempo la tifoseria della società Porto Viro rivolgeva loro minacce e insulti di estrema volgarità. In particolare si accanivano contro l’assistente donna, con epiteti e commenti riferentesi al genere, ancorché di contenuto, pur nell'estrema volgarità, non discriminatorio. La facevano anche bersaglio di sputi, che la colpivano alla schiena. Mentre la stessa si dirigeva allo spogliatoio é stata attinta col contenuto di un bicchiere di vino bianco, che le bagnava abbondantemente la divisa. La terna non ha potuto allontanarsi dall'impianto per una mezz'ora perché una ventina di tifosi si era appostata presso l'auto, reiterando offese e ingiurie. 

Ritenuto che si tratti d'intemperanze non tollerabili, perché eccedenti nei termini le ordinarie espressioni, ancorché non commendevoli, della tifoseria meno sensibile; rilevato, altresì, che non emerge l'intervento esigibile da parte della dirigenza della società per mettere un freno alla smodatezza della tifoseria, il Giudice sportivo delibera di applicare alla società Porto Viro le sanzioni della disputa di due (2) gare a porte chiuse e l'ammenda di euro 250,00”. 

Articolo di Mercoledì 27 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it