Condividi la notizia

#elezioniLENDINARA2019

Nuovo Risorgimento: "Non ci sono più i numeri per un Viaro bis"

Silvia Tagliapietra, ex sostenitrice del sindaco uscente, ora sposa la causa di Rinascita Lendinarese per Fabrizio Pavan sindaco e mette in guardia chi pensa ad un bis del primo cittadino

0
Succede a:

LENDINARA (RO) - “La maggioranza uscente ha urgente bisogno di un pallottoliere”. Secondo Silvia Tagliapietra, che nel 2014 con la civica Nuovo Risorgimento aveva portato i propri voti alla lista Orizzonti Comuni di cui Viaro era il candidato sindaco, il bis potrebbe non essere così scontato.

Oltre al pallottoliere, la Tagliapietra ricorda ai lendinaresi che Nuovo Risorgimento da tempo non sostiene più la maggioranza di Viaro e che l’assessore è presente a titolo personale. “Anche io andrò casa per casa - dice la rappresentante della lista civica che sta lavorando assieme a Rinascita Lendinarese per Fabrizio Pavan - a spiegare i nostri programmi e la grande diversità tra quanto proposto e ciò che abbiamo visto in questi cinque anni”. 

Per la Tagliapietra, quello fatto dal sindaco sarebbe un calcolo spannometrico dato che non vanno contati i numeri ma la rappresentatività che deriva dalle idee. Quindi non va tolto solo il consenso dell’ex Nabeel Bassal “senza i cui voti comunque Viaro non avrebbe vinto, ma anche i voti di Nuovo Risorgimento, quelli di Forza Silvio, quelli dell’allora sindaco uscente, Alessandro Ferlin e qualche altro consigliere. I conti si fanno solo alla fine”.

La Tagliapietra riprende quanto detto pochi giorni fa dalla maggioranza: “Squadra che vince non si cambia? Sembra proprio un’altra grossa bugia in quanto, senza sostituzioni in campo, Viaro non avrebbe neanche i giocatori”.   

Articolo di Giovedì 28 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it