Condividi la notizia

LAVORI PUBBLICI BADIA POLESINE (ROVIGO)

Qualche ritardo per la realizzazione del sottopasso ciclopedonale 

L’assessore Fabrizio Capuzzo spiega la concomitanza di due cantieri nella medesima area di intervento. “Serve pazientare ma tutto andrà a buon fine”

0
Succede a:

BADIA POLESINE (RO) - Fabrizio Capuzzo, assessore ai Lavori Pubblici e Viabilità, ha parlato dell’avanzamento del ritardo nei lavori per la realizzazione del “sottopasso” nella golena dell’Adige che deve fare i conti con la presenza del cantiere del Consorzio di bonifica (v. foto). La concomitanza dei due cantieri nella stessa area, se da una parte non metterà in discussione il completamento dell’opera, dall’altra ne influenzerà sicuramente i tempi di esecuzione. Proprio a questo proposito, in questi giorni il sindaco Giovanni Rossi si è attivato chiedendo delle proroghe per posticipare i lavori perché è impossibile continuare fintantoché non sarà ultimato il cantiere del Consorzio di bonifica. Comunque, non dovrebbe esserci alcun problema per ottenere la proroga per il completamento dell’opera, viene spiegato dagli amministratori.

Il bando d’appalto per la realizzazione del collegamento della pista ciclopedonale nella golena dell’Adige è stato recentemente affidato dalla Stazione unica di Rovigo alla ditta Eredi Fantoni Adriano di Santa Maria Maddalena. Il progetto, finanziato da Gal (Gruppi di azione locale) e Avepa (Agenzia veneta per i pagamenti in agricoltura a sostegno dello sviluppo locale), per un importo complessivo di poco superiore ai 166.000 euro, prevede la messa in sicurezza del tratto ciclopedonale inframezzato dalla Provinciale 42 andando a realizzare un collegamento sotto il ponte “di Masi”. 

L’opera prevede la costruzione di una ciclopedonale in terra battuta analoga ad altri esempi presenti nel territorio, uno dei quali è a Legnago, e utilizzerà le scarpate e l’ampia golena arginale. Il “sottopasso” potrà contare su una robusta staccionata in legno protettiva verso la scarpata e, una volta ultimato, consentirà l’attraversamento sicuro di un crocevia oggi particolarmente critico nel percorso naturalistico costituito dal progetto “ciclopedonale Destra Adige”. “Si chiede alla cittadinanza - conclude l’assessore - solo un po’ si pazienza ma tutto andrà a buon fine”.

Ugo Mariano Brasioli

Articolo di Venerdì 29 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it