Condividi la notizia

GRIGNANO POLESINE ROVIGO

Una serata tra ricordi, risate, nostalgia e poesia

Ottimo successo dell’evento del gruppo 2Acg che ha proposto “Mi ritorni in mente. Grignano Amarcord 2.0” in cui si sono rievocati fatti, eventi e persone della frazione rodigina

0
Succede a:

ROVIGO - Sabato 23 marzo l’auditorium di Grignano si è letteralmente riempito del pubblico delle grandi occasioni per apprezzare la serata di ricordi ed emozioni offerta dagli “Amici dell’Arte e della Cultura di Grignano”:  un gruppo di amici che hanno in comune le origini “gregnanate”, ma soprattutto la voglia di far rivivere, in tutte le sue forme, la propria storia e le proprie tradizioni a chi, come loro, ha Grignano nel cuore.

Con questo intento, da ormai quattro anni, il gruppo 2Acg propone serate culturali e quest’anno, sulla scia del successo della scorsa edizione, ha presentato: “Mi ritorni in mente. Grignano Amarcord 2.0”. Come sempre hanno presentato la serata Stefania Schiesaro e Daniele Milan, coordinatori e fondatori del gruppo culturale. Ad aprire la carrellata dei tanti ospiti il maestro Carlo Alberto Rossi che ha presentato un inedito documento del 1190, da lui tradotto da un testo in latino, recentemente rinvenuto da Demesio Zanforlin.

Dopo questa parentesi storica e dopo disquisizioni e foto sui “curioli” ha preso la parola Marika Zago che ha presentato una appassionata poesia, molto personale, che ha però offerto anche particolari spunti di  riflessione sul valore dello spazio e del tempo.  Sempre sul tema della poesia, ha declamato i suoi versi Luisa Milan la quale, con quel linguaggio schietto tipico del vernacolo, ha fatto rivivere alla platea i ricordi della realtà contadina, non così troppo lontana. Sono rimasti sulla scia dei ricordi anche i racconti di Stefano Osti che, con fare romanzesco, a volte burlone e a volte nostalgico, ha catturato l’attenzione sulla Grignano della sua gioventù.

A stemperare la malinconia dei ricordi ci hanno pensato Grazia Previato e Stefania Schiesaro con la video “intervista doppia”, realizzata con l’indispensabile aiuto del giovanissimo Francesco Bego il quale, nella veste di intervistatore, regista e montatore del video, ha aiutato a dare una nota giovane e ricca di risate alla sua intervista alle due “gregnanate” doc, nello stile delle “Iene”.

Sul palco è poi salita Carolina Milan che ha letto alcune poesie del padre Elvidio Milan, al quale il gruppo 2Acg ha dedicato una targa alla memoria, cogliendo di sorpresa ed emozionando i numerosi parenti presenti alla serata.

Dulcis in fundo la proiezione delle artistiche fotografie di Ermanno Braga, realizzate in una fredda e nebbiosa serata d’inverno, per regalare suggestioni di scorci inaspettati e far capire che Grignano è più bella di quanto gli stessi abitanti non credano.

Hanno avuto, infine, il particolare merito di alleggerire la serata i brani musicali composti e suonati con la chitarra elettrica da Giuseppe Milan, apprezzati in un intervallo e gustati anche nel finale della serata, raccogliendo il gradimento e gli applausi di tutti gli intervenuti. Nell’insieme, quindi, un evento ben riuscito, nonostante tutti gli imprevisti e i tantissimi problemi tecnici che però, con buona volontà, inventiva e corse a casa a prendere la tecnologia necessaria, sono stati brillantemente risolti.  Per questo una menzione particolare va all’improvvisato tecnico della serata Francesco Bego e all’aiuto tecnico di Stefano Previatello, senza l’intervento dei quali la serata si sarebbe difficilmente appianata. Un ultimo ringraziamento gli organizzatori lo fanno agli enti patrocinanti: gli Antichi Beni Originari di Grignano Polesine e l’assessorato alla Cultura del Comune di Rovigo e al Coro Monte Pasubio per l’utilizzo della prestigiosa sede.

Articolo di Venerdì 29 Marzo 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it