Condividi la notizia

MALTRATTAMENTI IN FAMIGLIA TRIBUNALE ROVIGO

Marito violento a processo, da subito il divieto di avvicinamento

Accolta la richiesta di rinvio a giudizio per un 33enne che ha maltrattato ed abusato della moglie per anni. Gli vengono contestati episodi dal 2011

0
Succede a:

ROVIGO - Una escalation di violenza, cominciata dai litigi, il divieto di mettere in vista quella fotografia piuttosto di un'altra, le offese, gli schiaffi e poi le botte. Tante, da sobrio o da ubriaco.

Calci, pugni, violenza sessuale, rapporti non desiderati ed ottenuti grazie alla "prevaricazione fisica e psicologica sulla moglie convivente" anche quando la donna si trovava in gravidanza. Questo l'agghiacciante quadro descritto dal pubblico ministero del Tribunale di Rovigo Sabrina Duò di fronte al giudice per le udienze preliminari Pietro Mondaini nel caso che vede coinvolti un marito, 33enne di orgine albanese, residente a Rovigo, e la giovane moglie, madre di un ragazzino, nella richiesta di rinvio a giudizio per "Maltrattamenti contro familiari o conviventi con l'aggravante della continuazione del reato e della presenza del figlio minore".

Il giudice Mondaini ha accolto la richiesta ed ha ordinato il divieto di avvicinamento tra le parti. L'uomo è stato assistito dall'avvocato Michele Ciolino, la donna ha affidato la difesa all'avvocato Anna Osti. L'avvio del processo è stato calendarizzato a dicembre di quest’anno.

Articolo di Martedì 2 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it