Condividi la notizia

RUGBY

La scuola sudafricana ha incontrato i giovani polesani

Joe Van Niekerk, campione della FemiCz Rovigo, e Corne Uys, coach della Stellenbosch Academy of Sport, hanno fatto visita a Badia Polesine incontrando tecnici, atleti e genitori

0
Succede a:

BADIA POLESINE (RO) - Il rugby professionale e la cura dei dettagli sono alla base del progetto. Clinic con tecnici di alto profilo con esperienze messe in campo da giocatori di spessore Isc, Italian Sport Consulting e la Sas, Stellenbosch Academy of Sport (Sud Africa) hanno incontrato diverse società del territorio del Nord Italia, Mogliano, Udine, Brescia e venerdì 29 marzo Badia Polesine. Alle 18 un incontro con Alessandro Lodi, tecnico della Borsari Badia (Serie A), e i suoi collaboratori, alle 20 con i genitori e i ragazzi polesani della categoria Under 16 ed Under 18.

Per Isc, Italian Sport Consulting era presente Joe Van Niekerk, tre-quarti centro della FemiCz Rovigo, per la Sas, Stellenbosch Academy of Sport (Sud Africa), Corne Uys, ex Western Province, Stormers, Cheetahs, Newcastle. Il progetto è quello di elevare il tasso tecnico dei ragazzi con un’esperienza unica nel suo genere nella patria degli Spingboks. Cinque mesi dura il clinic, ma da settembre i tecnici professionisti della Sas saranno in Italia per incontrare tante società con allenamenti mirati, soprattutto per gli stessi tecnici italiani. 

Per crescere degli atleti la formazione è tutto, l’Italia in questo momento ha bisogno di crescere, soprattutto per dare un futuro al movimento. Per farlo ha bisogno di dare ai ragazzi tutte le opportunità possibili. Ad accogliere lo staff Massimiliano Dolcetto, motore pulsante del Rugby a Badia

 

 

Articolo di Martedì 2 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it