Condividi la notizia

MOTORI ROVIGO

Mancin abbraccia il Cavallino, un sogno che aveva da bambino 

Un inizio di Trofeo Italiano Velocità Montagna di alto livello per il pilota di Rivà, portacolori di Mach 3 Sport, al via con una Ferrari 458 Evo nella GT Cup.

0
Succede a:

RIVÀ (RO)  – Ferrari, un nome che non ha alcun bisogno di presentazione, quando si parla di motori, con Michele Mancin che, questo fine settimana, riuscirà a trasformare in realtà un sogno a lungo rinchiuso nel cassetto per tanto, forse troppo, tempo.

Il pilota di Rivà, portacolori della scuderia polesana Mach 3 Sport, dopo varie stagioni al volante della pluridecorata Citroen Saxo gruppo A si appresta a coronare un obiettivo che quasi tutti i piloti, seppur in varie discipline automobilistiche, cullano ovvero quello di sedersi al volante di una vettura del cavallino rampante.

Grazie alla sinergia nata con il team Gaetani Racing, capitanato da Luca Gaetani, il polesano si presenterà, i prossimi 6 e 7 Aprile, al via dell'edizione numero ventotto della Salita del Costo, in quel di Cogollo del Cengio, alla guida di una Ferrari 458 Evo, in categoria GT Cup.

Non un'apparizione sporadica, quella di Mancin, ma l'inizio di un cammino che lo vedrà protagonista nell'ambito del Trofeo Italiano Velocità Montagna 2019, già vinto in classe A 1600 nella passata stagione.

“Il sogno che avevo da bambino sta prendendo forma” – racconta Mancin – “e per questo voglio ringraziare Luca Gaetani, patron di Gaetani Racing, che ha deciso di darmi fiducia, mettendomi tra le mani un'autentica vettura da favola. A chi non piacerebbe correre con una Ferrari? Fatico ancora a crederci che, tra un paio di giorni, mi presenterò allo start della Salita del Costo al volante di una vettura della casa di Maranello. Grazie di cuore ai miei partners, i quali hanno deciso di sostenermi in un programma così ambizioso ed impegnativo. Daremo il massimo per cercare di ben figurare, nel limite delle nostre possibilità, sin da questa uscita.”

Una prima presa di contatto, tra Mancin e la Ferrari 458 Evo, è avvenuta Mercoledì, in occasione di una sessione di test svolta presso l'Adria International Raceway. “Il primo approccio è stato positivo” – sottolinea Mancin – “ed abbiamo cercato di capire un po' come funziona questo mezzo. Abbiamo iniziato a prendere le misure, con delicatezza, per poi aumentare il ritmo con il passare dei giri. Il potenziale è davvero enorme, specialmente in frenata. Sentire cantare l'otto cilindri, dietro alla schiena, è una sensazione indescrivibile.”

Il programma di gara prevede, come da tradizione, i due turni di prove ufficiali nella giornata di Sabato mentre, nella giornata seguente, la gara scatterà alle ore 10:45.

“Sarà la nostra seconda partecipazione, consecutiva, alla Salita del Costo” – conclude Mancin – “da quanto abbiamo potuto imparare, qui lo scorso anno, questo tracciato dovrebbe adattarsi bene alle doti della nostra Ferrari 458 Evo. Tratti molto veloci, tra un tornante e l'altro, ci permetteranno di sfruttare il generoso propulsore. Non sto più nella pelle. Manca pochissimo.”

Articolo di Giovedì 4 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it