Condividi la notizia

TEATRO SOCIALE ROVIGO

I 200 anni di storia del Teatro Sociale si mettono in mostra

Il 5 aprile c’è stato il taglio del nastro sull’esposizione in Pescheria nuova che racconta la gloria e mostra i cimeli e le immagini di chi ha calcato quel magico palcoscenico di piazza Garibaldi

0
Succede a:

ROVIGO - Con il taglio del nastro venerdì 5 aprile è stata ufficialmente inaugurata la mostra sui 200 anni di storia del Teatro Sociale di Rovigo, allestita in Pescheria nuova. Finalmente, la città potrà conoscere da vicino tutte le bellezze che il Teatro ha racchiuso e custodito per anni.

“E’ con grande piacere che porto il mio saluto in questa bellissima occasione – ha detto il subcommissario vicario, Antonello Roccoberton, facendo gli onori di casa -  il Bicentenario del Teatro Sociale di Rovigo, che dopo l'apertura di ieri sera (4 aprile,ndr) con il concerto della Banda della guardia di finanza (LEGGI ARTICOLO), vede uno dei suoi momenti principali, oggi, con l'inaugurazione di questa mostra”.

Un'esposizione che racconta duecento anni di storia del Teatro Sociale, è sicuramente un evento imperdibile per la città con un allestimento dal forte impatto emotivo che racchiude documenti, parti scenografiche, cimeli e testimonianze dei grandi protagonisti che hanno calcato le scene del palcoscenico di piazza Garibaldi.

Un teatro di tradizione che può vantare di aver  tenuto a battesimo due dei maggiori cantanti del secolo scorso: Beniamino Gigli e Renata Tebaldi.

“Sono certo che questo allestimento - ha proseguito Roccoberton - non mancherà di affascinare ed emozionare tutti gli amanti del teatro e non solo, tutti i visitatori che potranno scoprire una parte importante di Rovigo, conoscendo uno dei principali gioielli della cultura cittadina. Ringrazio le autorità e tutti i presenti e rivolgo un particolare ringraziamento a tutto il personale che lavora e ha lavorato a teatro, per la passione, la dedizione e la professionalità impiegati nel loro operato”.

Tra i partecipanti all’inaugurazione anche l'assessore regionale Cristiano Corazzari, lo staff del teatro e tanti cittadini.

Articolo di Sabato 6 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Spettacoli e Cultura

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it