Condividi la notizia

MAESTRI DEL LAVORO ROVIGO

Maestri del lavoro impegnati tra legalità e curriculum

Doppio fronte per il Consolato provinciale rodigino che ha tenuto due conferenze ai ragazzi dell’Itse di Porto Viro e all’Itas Munerati di Porto Viro su tematiche importanti per il futuro dei ragazzi

0
Succede a:

PORTO VIRO (RO) - Il mese di aprile è cominciato all’insegna del successo per il Consolato provinciale rodigino dei Maestri del lavoro, impegnato con un vero e proprio “tour del force” in tutta la provincia per il prosieguo dell’undicesima edizione del progetto Scuola, Lavoro Sicurezza.          

Nella mattinata di martedì 2 aprile è stata la volta dell’Itse Colombo di Porto Viro, dove a relazionare ai numerosi studenti presenti nell’aula magna, è stato il commissario capo, Francesco Mattioli, dirigente del commissariato della polizia di Stato di Adria.       

Il delicato argomento del rispetto della legalità in generale  e della pericolosità delle devianze, in particolare quelle inerenti l’alcolismo e l’uso di stupefacenti, è stato affrontato dal relatore con estrema professionalità, non trascurando le pesanti ripercussioni sociali che ne conseguono sia in termini di compromissione della qualità della vita futura in capo ai soggetti attori, che della pericolosità indotta quanto a massificazione di questa fenomenologia con frequenti casi di emulazione.          

Mattioli ha raccomandato infine ai ragazzi “la massima attenzione verso quelle situazioni all’apparenza goliardiche, mentre invece celano gravi pericoli nell’immediato e nel futuro, con l’innesco di responsabilità in capo ai genitori se compiute da minorenni e poi personali, una volta raggiunta la maggiore età”.          

Venerdì 5 aprile, a relazionare agli studenti dell’Itas Munerati di Sant’Apollinare, è stata la psicologa del lavoro, Sara Colognesi, che da anni affianca il Consolato polesano nel progetto.          

La trattazione delle corrette metodologie d’approccio al mondo del lavoro, dell’ottimale compilazione del curriculum vitae e sulle migliori strategie per superare un colloquio finalizzato all’assunzione, hanno letteralmente catturato l’attenzione degli studenti che riempivano l’aula magna della scuola. La relatrice ha puntato il dito contro l’approssimazione nella propria preparazione personale, la scarsa autostima, l’uso scorretto dei social network, la mancata conoscenza delle lingue straniere ed anche l’errata propositura di sé stessi in fase di colloquio, quali “scogli” in grado di far naufragare con facilità progetti e certezze all’apparenza inaffondabili.          

Il console provinciale, Flavio Ambroglini, in entrambe le occasioni ha sottolineato l’alta valenza educativa ed informativa degli incontri e le tante domande rivolte dai ragazzi lo hanno dimostrato. Ambroglini ha ringraziato i relatori per la loro squisita disponibilità e per aver sapientemente offerto agli studenti l’opportunità d’affrontare tematiche così delicate ed importanti in modo comprensivo, stimolandone l’empatia.          
Il prossimo appuntamento per i Maestri del lavoro è fissato per venerdì 12 aprile presso l’Iis De Amicis-Marco Polo di Rovigo. 

Articolo di Sabato 6 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it