Condividi la notizia

RUGBY TOP12

I rossoblù ritrovano la strada per la vittoria

Successo senza problemi per la FemiCz Rovigo che  batte il Viadana già fuori dai playoff 40-7. Massimo Cioffi in gran spolvero man of the match

0
Succede a:

ROVIGO - Dopo la settimana “horribilis” della doppia sconfitta con il Kawasaki Calvisano, che ha compromesso quasi irrimediabilmente sia la prima posizione nella regular season che la qualificazione alla prossima Challenge Cup, la FemiCz Rovigo è tornata alla vittoria in campionato battendo al Battaglini il Viadana guidato dall'ex tecnico rossoblù Pippo Frati. 

Leggi la cronaca di FemiCz Rovigo - Viadana
Leggi l’articolo sul dono dei tifosi al presidente Zambelli
Leggi l'articolo su Edo Ruffolo
Leggi le interviste a Cioffi, Casellato e Frati

C'era attesa sulla prova della squadra rodigina per capire quale poteva essere la sua reazione dopo le due scoppole rimediate contro la formazione bresciana. La risposta della FemiCz Rovigo è stata più che soddisfacente con un primo tempo così così, ma con un finale da sottolineare, e con un avvio di ripresa scoppiettante grazie al quale ha messo al sicuro il risultato. I cinque punti preventivati sono arrivati senza troppo sforzo da parte dei rossoblù che si sono trovati di fronte un Viadana volonteroso, ma estremamente falloso nella gestione dell'ovale che spesso è stato regalato ai giocatori di casa. La formazione di Casellato e Properzi ha esibito il suo solito gioco manovriero (la differenza di velocità tra le due squadre nel muovere il pallone è stata evidente a tutto vantaggio della FemiCz Rovigo) anche se non lo ha fatto con continuità. D'altro canto non è stato necessario spingere a fondo sull'acceleratore visto che già a inizio ripresa i rossoblù avevano messo in cassa il bonus offensivo. 

Tra le note positive c'è da segnalare il ritorno alla disciplina, soprattutto nei punti d'incontro che nelle due sfide con il Kawasaki Calvisano erano stati la fase di gioco più critica per i rossoblù. Bene anche la tenuta difensiva (i mantovani hanno segnato solo allo scadere del match) anche se non sempre è stata accompagnata dall'avanzamento. Come sempre il meglio di sé la FemiCz Rovigo lo ha espresso con il pallone tra le mani, mentre continua a incontrare qualche difficoltà nel cacciare i palloni di recupero e solo gli errori dei mantovani (e sono stati tanti!) hanno permesso ai rossoblù di avere a disposizione possessi utili per le ripartenze. In ogni caso quello che serviva alla FemiCz Rovigo in questo momento era una vittoria tranquilla e senza troppi problemi. Da questo punto di vista l'obiettivo è stato assolutamente centrato. 

L'inizio del match aveva fatto presagire un pomeriggio di rugby spettacolare con la prima azione che era durata più di tre minuti anche se si era giocato prevalentemente nella fascia centrale del campo. Poi la partita ha preso un'altra piega con un ritmo a basso regime complici diversi errori di controllo da una parte e dall'altra. Al primo affondo, però, la FemiCz Rovigo ha trovato subito la meta con Barion che all'11' ha concluso oltre la linea un'insistita azione dei rossoblù che hanno creato l'uomo in più dalla parte chiusa. Al 17' il Viadana si è fatto vedere nei “22” rodigini, ma la pericolosa azione dei mantovani è sfumata a causa di un passaggio in avanti che ha tolto le castagne dal fuoco alla difesa della FemiCz Rovigo. La stessa cosa si è ripetuta pochi minuti più tardi con il pack del Viadana a tentare lo sfondamento a pochi passi dalla meta rodigina per poi perdere malamente il possesso dell'ovale con i padroni di casa a ringraziare per lo scampato pericolo. La prima modesta mezzora di partita è scivolata via senza particolari emozioni tra errori e falli e con pochissime azioni da annotare. Al 33' la FemiCz Rovigo ha imbastito una buona manovra d'attacco che si è arenata su una percussione di Parolo troppo soffice. Sulla successiva mischia ordinata a favore del Viadana il pack rossoblù ha imposto la propria spinta rubando l'ovale e smistandolo velocemente all'esterno su Majstorovic che si è trovato la strada libera per la marcatura. 

Sulla spinta del vantaggio i rossoblù hanno mantenuto l'iniziativa nella metà campo mantovana, ma a caratterizzare i minuti finali è stata la confusione con il pallone che ha cambiato padrone più di una volta per banali errori. L'ultimo, a tempo praticamente scaduto, lo ha commesso la squadra di Pippo Frati che a metà campo ha perso un facile ovale prontamente recuperato dai rossoblù che hanno liberato Barion lungo la rimessa laterale per una veloce fuga finita in meta sulla bandierina. 

Il lavoro della FemiCz Rovigo è stato completato all'inizio del secondo tempo quando Cioffi è finito in mezzo ai pali mantovani dopo una serie di percussioni del pack scaturite da un efficace break di Antl. Con il bonus in tasca la squadra di casa ha lasciato una maggiore iniziativa al Viadana che ha cercato di portarsi in attacco muovendo spesso l'ovale con la linea arretrata sbagliando, però, semplici passaggi e facilitando il compito dei difensori rodigini. Al 18' la FemiCz Rovigo ha dato una potente accelerata con un perfetto scambio tra Piva e Cioffi a metà campo che ha liberato l'ala campana verso la meta. L'ultimo difensore mantovano, l'ex rossoblù Apperley, è stato “giocato” con un brillante cambio di passo di Cioffi. Il giovane attaccante rossoblù ha centrato il tris personale qualche minuto più tardi quando ha raccolto in grande stile un pallone da terra passatogli da Ferro e meritandosi il riconoscimento del “Man of the Match”. A quel punto dalla panchina della FemiCz Rovigo è arrivata una ventata di gioventù che ha permesso a qualche “anziano” di tirare il fiato e ovviamente l'equilibrio della squadra ne ha risentito, soprattutto nel pack. Sotto di 40 punti il Viadana ha voluto comunque giocare a viso aperto sul piano della manovra. Il finale della partita, infatti, ha visto i mantovani spesso in attacco, ma con troppa frenesia, e la FemiCz Rovigo a difendersi con ordine. Il premio per la squadra di Pippo Frati è arrivato proprio sull'ultima azione del match quando Wagenpfeil ha schiacciato l'ovale sulla bandierina a conclusione di uno dei tanti attacchi portati dal Viadana. Per la FemiCz Rovigo l'obiettivo resta quello di chiudere la regular season con altre due vittorie con il bonus. E' il massimo che può fare sperando che il Kawasaki Calvisano commetta qualche improbabile passo falso.

Roberto Roversi

Rovigo, Stadio “Mario Battaglini" – Sabato 06.04.2019
TOP12, XX GIORNATA
FEMI-CZ Rovigo v Rugby Viadana 1970 40-7 (19-0)

Marcatori: p.t. 11’ m. Barion tr. Mantelli (7-0), 33’ m. Majstorovic tr. Mantelli (14-0), 39’ m. Barion non tr. Mantelli (19-0); s.t. 46’ m. Cioffi tr. Mantelli (26-0), 58’ m. Cioffi tr. Mantelli (33-0), 61’ m. Cioffi tr. Mantelli (40-0), 85’ m. Wagenpfeil tr. Ormson (40-7)

FEMI-CZ Rovigo: Barion (63’ Visentin); Borin, Majstorovic, Antl, Cioffi (65’ Loro); Mantelli, Chillon (47’ Piva); Ferro (cap.), Cicchinelli, Vian (55’ Venco); Nibert (47’ Mantovani), Parolo; Pavesi (76’ D’Amico), Momberg (59’ Rossi), Vecchini (63’ Pomaro).
All. Casellato, Properzi

Rugby Viadana 1970: Apperley, Giovannini (76’ Paternieri), Menon, Pavan, Spinelli, Ormson (cap.), Bacchi (41’ Gregorio), Tupou (59’ Wagenpfeil), Moreschi, Ruffolo, Guillemain (43’ Gelati), Chiappini, Brandolini (65’ Garfagnoli), Silva (55’ Ribaldi), Denti Ant. (65’ Balboni).
All. Frati

Arb. Giuseppe Vivarini (Belluno)
AA1 Federico Vedovelli (Sondrio), AA2 Francesco Russo (Milano)
Quarto Uomo: Paolo Schilirò (Catania)
Calciatori: Mantelli (FEMI-CZ Rovigo) 5/6; Ormson (Rugby Viadana 1970) 1/1
Note: giornata mite ma nuvolosa, con circa 15 gradi e vento assente, terreno in buone condizioni. Presenti 1200 spettatori.
Punti conquistati in classifica: FEMI-CZ Rovigo 5; Rugby Viadana 1970 0
Man of the Match: Cioffi (FEMI-CZ Rovigo)

TOP12 – XX giornata – 06.04.19 – ore 15
Fiamme Oro Rugby v Lafert San Donà 50-16
FEMI-CZ Rovigo v Rugby Viadana 1970 40-7
Valsugana Rugby Padova v Verona Rugby 23-26
Toscana Aeroporti I Medicei v S.S. Lazio Rugby 1927 28-25
Kawasaki Robot Calvisano v Mogliano Rugby 1969 34-10

TOP12 – XX giornata – 07.04.19 – ore 16
Valorugby Emilia v Argos Petrarca Rugby 10-15

Classifica: Kawasaki Robot Calvisano 81 punti; FEMI-CZ Rovigo 78; Argos Petrarca Rugby 73, Valorugby Emilia 73; Fiamme Oro Rugby 63; Toscana Aeroporti I Medicei 45; Rugby Viadana 1970 40; Lafert San Donà 40; Mogliano Rugby 1969 36; Verona Rugby 28; Valsugana Rugby Padova 21; S.S. Lazio Rugby 1927* 20. *4 punti di penalizzazione

**una partita in meno

Prossimo turno sabato 13 aprile 2019
Mogliano Rugby 1969 - Valorugby Emilia
Argos Petrarca Rugby - Toscana Aeroporti I Medicei
S.S. Lazio R. 1927 - Fiamme Oro Rugby
Lafert San Donà - Valsugana Rugby Padova
Verona Rugby - FEMI-CZ Rovigo  
Kawasaki Robot Calvisano - Rugby Viadana 1970

Articolo di Sabato 6 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it