Condividi la notizia

RUGBY ROVIGO

Paolo Reale: “Sono anche io deluso”

Paolo Reale replica al presidente Francesco Zambelli, lo fa con una lettera aperta. Chiaramente in viale Alfieri a questo punto il sereno si allontana

0
Succede a:

ROVIGO - Aria di burrasca in viale Alfieri. Dopo la notizia delle dimissioni di Paolo Reale  dal Cda della Rugby Rovigo Delta, e le parole del presidente Francesco Zambelli (LEGGI ARTICOLO), lo stesso ex consigliere puntualizza i motivi che lo hanno spinto a lasciare l’incarico il 4 aprile dopo soli quattro mesi. “A causa della sopraggiunta incompatibilità con la linea strategica che la società ha deciso di intraprendere per la prossima annata sportiva.  Ritengo, infatti, che essendo naufragato il progetto presentato al Consiglio nelle scorse settimane, oltre alla persistente mancanza di certezza relativamente all’entità del budget disponibile per organizzare la stagione, la mia presenza di raccordo con la società giovanile non è più necessaria”. Questo il testo contenuto nella lettera di dimissioni inviate da Reale, una seconda, che riportiamo fedelmente, invece è una nota stampa giunta alla nostra redazione alle 16 e 39 di lunedì 8 aprile.

“In relazione alla notizia delle mie dimissioni da consigliere della Società RRD, diffusa dal Comm. Zambelli - rassegnate in data 04/04/2019 - tengo a precisare le motivazione che mi hanno spinto, mio malgrado, a lasciare il mandato che mi era stato affidato dall'assemblea dei soci lo scorso dicembre. Essenzialmente i motivi sono due: Il primo, è la totale assenza di volontà da parte del Presidente di portare avanti un progetto per il rilancio del rugby nella provincia di Rovigo; progetto che è stato sottoposto alla sua valutazione in forma di bozza e che, come appurato nell'incontro precedente le mie dimissioni, lo stesso non si era nemmeno preso il disturbo di leggere.

Sul punto è giusto sottolineare che l'assemblea ci aveva affidato questo compito come unico mandato da compiere entro il 30 giugno.

Il secondo motivo è di ordine tecnico-economico. Ad oggi, non solo non c'è traccia di un bilancio o di una bozza di bilancio previsionale, ma latitano ancora gli accordi di sponsorizzazione firmati anche dalla stessa Femi-CZ nonostante siano stati più volte richiesti al Commendatore. Aggiungo poi che, in una e-mail inviata a me e all'altro consigliere, Ing. Favaretto, il Comm. Zambelli minacciava la possibilità di non continuare la sponsorizzazione se non fosse stato chiarito "un qualcosa", della cui natura ancora oggi io mi sto interrogando.

In questa situazione di totale incertezza finanziaria che non rende assolutamente possibile programmare una qualsiasi attività per la stagione 2019/2020, il più totale disinteresse per il mandato ricevuto dall'assemblea che denota una gestione personalistica della società ho ritenuto non ci fossero più le condizioni per le quali avevo accettato il mandato conferitomi dall'assemblea.

Infine, sulle dichiarazioni rese dal Presidente sulla stampa, ho una considerazione da fare. La delusione dichiarata dal Commendatore direi che sia l'unica condizione che ci accomuna. Sono anche io deluso dall'infruttuoso esito di questa collaborazione, dalle dichiarazioni del Presidente, che sono a testimoniare solamente i suoi desiderata, nei modi e nei termini che lui ha stabilito, in spregio allo sforzo compiuto per sistemare le criticità insorte e fare proposte costruttive, per il rugby del territorio. Sembra più interessato a continuare in un atteggiamento di aperta ostilità, senza un real motivo, riproponendo come un disco rotto le medesime trite istanze.

Rimane inalterata la mia passione per lo sport del rugby, per i colori rossoblù e per la migliore espressione dei suoi giovani atleti (sia Monti che di tutte le altre realtà del territori), ma oggettivamente non vi erano più le condizioni per la mia permanenza nel CdA della RRD".

Distintamente 
Paolo Reale

Articolo di Lunedì 8 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it