Condividi la notizia

ROSOLINA (ROVIGO)

Confcommercio Rovigo rinasce a Rosolina

Ottima partecipazione per l’incontro dell’associazione che ha riunito oltre 30 operatori degli stabilimenti balneari polesani in cui sono intervenuti ospiti di livello nazionale

0
Succede a:

ROSOLINA (RO) - Grande partecipazione al primo incontro indetto dalla rinata Confcommercio della Provincia di Rovigo che si è svolto nel Centro congressi di Rosolina Mare. 

Sono stati oltre una trentina gli operatori degli stabilimenti balneari polesani che hanno risposto all’appello della Confcommercio polesana, grazie anche al profilo di assoluto rilievo dei relatori. 

All’appuntamento di Rosolina sono infatti intervenuti il vicepresidente nazionale del Sib (Sindacato italiano balneari), Leonardo Ranieri ed Alessandro Berton, presidente di Unionmare Veneto, l’associazione che consorzia i rappresentanti delle realtà economiche di tutto il litorale Veneto.

Ranieri ha sottolineato l’importanza, la forza ed il ruolo cruciale del Sib-Fipe Confcommercio nell’approvazione della legge 145, provvedimento vitale per la categoria in quanto ha permesso la proroga di 15 anni delle scadenze delle concessioni demaniali marittime. 

Perentorio il monito di Ranieri nel sottolineare come questa legge, pur rappresentando una grandissima vittoria sindacale, deve considerarsi solo un punto di partenza in quanto l’attenzione del sindacato deve continuare ad essere massima. Sul tappeto infatti persistono ancora delle tematiche di assoluta rilevanza per la categoria come le modalità di applicazione della normativa da parte dei vari comuni e la difficilissima situazione delle imprese balneari pertinenziali (dove insistono cioè costruzioni di proprietà pubblica inamovibili) sottoposte a dei canoni assolutamente insostenibili in quanto determinati da criteri di calcolo che il sindacato ritiene inapplicabili ed ingiusti. 

Grandi apprezzamenti ha riscosso anche l’intervento di Alessandro Berton che con coinvolgente enfasi ed efficacia ha invitato gli imprenditori presenti ad essere coraggiosi, innovativi ma soprattutto a far squadra, ad abbandonare la logica di “campanile” ribadendo l’importanza di sostenere una confederazione come Confcommercio. 

Notevole soddisfazione espressa dai rappresentati locali dell’associazione, artefici dell’incontro: dal presidente provinciale Stefano Pattaro al direttore Danilo De Nardi, al consigliere e presidente del Consorzio Balneari di Rosolina, Ferdinando Ferro che per anni ha presieduto il Sib provinciale. 


Dopo gli operatori degli stabilimenti balneari, Confcommercio Rovigo convoca gli imprenditori dei pubblici esercizi del medio Polesine. Ristoratori, esercenti di trattorie, pasticcerie e bar sono invitati mercoledì 10 aprile alle 15 nella sede di viale del Lavoro della Confcommercio rodigina per trattare argomenti di estremo interesse per la categoria. 

Primo punto all’ordine del giorno la ricostituzione a livello provinciale della Fipe Confcommercio, la Federazione italiana dei pubblici esercizi che con oltre 300mila imprese aderenti costituisce l’associazione più rappresentativa del settore sul territorio nazionale.

Oltre agli aspetti prettamente sindacali, gli operatori presenti saranno aggiornati sulle novità in materia di agevolazioni fiscali, privacy e credito. Spazio anche alle indicazioni relative agli aspetti principali in materia igienico sanitaria e di sicurezza negli ambienti di lavoro.

Per agevolare la partecipazione degli operatori del Basso e dell’Alto Polesine, nelle prossime settimane analoghi incontri di quello che si terrà a Rovigo mercoledì 10 aprile si svolgeranno anche a Porto Viro e Badia Polesine. 

Articolo di Lunedì 8 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it