Condividi la notizia

ROVIGO HALF MARATHON

Boxe sul liston prima della corsa

Nell’ambito della quinta edizione della mezza maratona di domenica 14 aprile, sabato pomeriggio la Pugilistica Rodigina allestirà in piazza Vittorio Emanuele un ring per un maxi allenamento di due ore

0
Succede a:

ROVIGO - Città dello sport in fermento. Domenica 14 aprile quinta edizione della Rovigo Half Marathon, nell’ambito della manifestazione, la Pugilistica Rodigina, allestirà in piazza Vittorio Emanuele II un ring sabato 13 dalle 17 alle 19. Un sodalizio quello tra la corsa podistica e il pugilato che vedrà ai nastri di partenza anche Michele Brusaferro dirigente ed atleta della palestra di viale Trieste.

“Saranno presenti tutti i nostri atleti, agonisti, amatori e soprattutto in nostri bambini si all’alleneranno all’aperto - ha spiegato il tecnico Cristiano Castellacci - un ringraziamento particolare a colui che ha creduto in noi sin dall’inizio, uno di famiglia, Diego Andreoli che è molto di più di uno sponsor”.

Sul ring anche una società di Verona con atleti di rango, attesa anche Erika Novarria, la prima donna con una protesi su una gamba sul ring, e domenica il grande evento. Ci saranno anche i giovani atleti cangurini, canguri ed allievi della Pugilistica Rodigina, il tutto gestito dai tecnici Enrico Pizzardo, Carlo Brancalion, Cristiano Castellacci e la professoressa in Scienze Motorie e Sportive Manuela Galuppo. Sarà un momento di confronto, perché parteciperanno atleti anche della provincia di Verona. Nello stesso weekend tre portacolori della Pugilistica Rodigina (Ferracin Filippo, Osamwonyi Efe, Traore Beh Alassane) parteciperanno ai Campionati Veneti II serie Elite che si svolgeranno a Monselice.

“Ci è sembrato interessante allargare lo spettro sportivo alla realtà della Pugilistica Rodigina - ha commentato Andrea Dissette di Rovigobanca sponsor della mezza maratona - e con Michele Brusaferro al concetto della disabilità, nel nostro gruppo domenica faranno parte anche gli atleti della Uguali Diversamente nel principio di integrazione. Siamo alla quinta edizione, e ci stiamo a preparando a migliorare le adesioni del 2018”. Se piazza Vittorio Emanuele sabato salirà sul ring, in piazza Garibaldi ci sarà spazio per i più piccoli con gonfiabili e giochi per coinvolgere tutta la città. “Puntiamo a migliorare il record del tracciato - ha sottolineato Dissette - con atleti keniani di spessore al via, a fare da corollario alla manifestazione la band musicale Time Machine”.

Sabato 6 aprile Michele Brusaferro era presente a una riunione a Livorno, dove per la prima volta si è formata una commissione paralimpica composta da sei medici e due fisioterapisti specialisti del settore, cominciando a mettere le basi sull’ingresso del pugilato nella competizione a cinque cerchi riservata ai diversamente abili.

“Ci siamo trovati in dodici atleti da tutta Italia - ha spiegato Brusaferro - ognuno con la propria problematica, e sono state fatte le prima catalogazioni”. Rovigo e il Veneto come promotori di uno sport sul ring per tutti, una battaglia cominciata anni fa quando i disabili neppure potevano entrare in palestra, e proprio Brusaferro recentemente ha anche gareggiato al campionato nazionale di Gym boxe (LEGGI ARTICOLO). Una sfida già vinta, perchè lo sport non può avere confini e barriere.

Giorgio Achilli

 

Articolo di Lunedì 8 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Sport

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it