Condividi la notizia

ARQUA’ POLESINE (ROVIGO)

Chiara Turolla, col successo della macroarea, punta al bis 

L’amministrazione della sindaca uscente lascia i conti del Comune in ordine, anzi, con un tesoretto per i lavori della macroarea e punta al bis

0
Succede a:

ARQUA’ POLESINE (RO) - Il consiglio comunale del 10 aprile ad Arquà Polesine ha suggellato un quinquennio di impegno e concretezza della amministrazione Turolla, con la soddisfazione di chiudere il consuntivo 2018 nel segno della prudenza e della buona gestione delle risorse pubbliche.

“Si lasciano i conti in ordine e un “tesoretto” - il commento della sindaca Chiara Turolla - nel rispetto degli impegni assunti recentemente con le aziende con le quali si comparteciperà alla spesa per il completamento della "macroarea".

L'avanzo di oltre 1.000.000 di euro infatti mette al sicuro i cittadini dal dover essere chiamati a contribuire ulteriormente per una iniziativa che è nata privata e che terminerà solamente grazie alla nuova sinergia pubblico/privato: con euro 580.000 l’amministrazione tiene fede agli impegni già assunti davanti al Prefetto, con euro 200.000 si allargherà la bretella via Madonnina che porterà benefici sia ai trasporti della logistica che ai residenti, i quali che finalmente accederanno alla SS 434 in maggior sicurezza, il resto servirà per la realizzazione della futura mensa scolastica.

“L’amministrazione con la sua maggioranza, è orgogliosa di aver portato a casa questo importante risultato, raggiunto grazie alla collaborazione con gli uffici comunali, al dialogo con le realtà imprenditoriali e alla difesa degli interessi del Comune di Arquà e della cittadinanza, con un’attenzione ferma e costante allo sviluppo del territorio.

Dall'altra parte la minoranza, Lorenza Barion dimissionaria a pochi mesi dalla fine del mandato, Vincenzo Altieri e Giorgio Brandolese: assente, vaga, non autonoma e priva di idee che per 5 anni non ha mai fatto alcuna proposta in favore della collettività! Unico loro interesse la vicenda “macroarea” sulla quale però ancora oggi non hanno espresso nessuna proposta alternativa concreta a quanto fatto da questa amministrazione. Hanno dimostrato anzipiù di avere ben poca contezza e conoscenza del suo evolversi e concretizzarsi riguardo agli aspetti tecnici, amministrativi e legali che la caratterizzano”. 

“Da ultimo, il tentativo grossolano e non riuscito di contrastare la variazione di bilancio - conclude la sindaca Turolla - con la quale si sono individuate le poste contabili che accolgono le somme da destinare alla compartecipazione di spesa per completare la “macroarea”.

L’amministrazione è orgogliosa di aver centrato questo obiettivo elettorale, che si inserisce nel programma presentato 5 anni fa e che sarà prossimamente proposto rivisto, corretto migliorato per contraccambiare la fiducia allora ottenuta e per dimostrare che i cittadini sono stati e potranno essere in buone mani per altri anni a venire”.

Articolo di Venerdì 12 Aprile 2019

Condividi ora la notizia con i tuoi amici

Oggi in Cronaca

La tua opinione conta!

Contribuisci alle discussioni quotidiane con gli altri utenti di RovigoOggi.it